Campagna elettorale: scontri a Pisa e blitz a Firenze contro un circolo Pd

La vicepresidente del Senato Rosa Maria Di Giorgi: "Un atto incivile che certo non ci intimorisce". Annullamento di un evento giovedì a Certaldo a causa della partecipazione degli esponenti di CasaPound. Domani la manifestazione antifascista a Roma. Fedeli a Fucecchio: “Più informazione e più formazione per combattere le fakenews”. Domenica Roberto Speranza (LeU) a Pisa e Pontedera


Oggi a Pisa scontri di manifestanti di estremisti di sinistra con le forze dell'ordine in risposta alle provocazioni della paura, e dell'intolleranza della campagna politica nazionale di Salvini, candidato leghista alla Camera anche nel collegio di Pisa. La città intera è stata costretta a trascorrere ore blindata, militarizzata, perché teatro di scontri.

"Il Partito Democratico è e sarà sempre contro ogni forma di violenza e di provocazione e per questo condanniamo senza se e senza -interviene in merito Antonio Mazzeo, vicesegretario Pd Toscana- La politica è un'altra cosa e noi siamo e saremo sempre dalla parte di chi la fa usando il confronto, il dialogo e magari la dialettica anche aspra ma sempre e comunque nel rispetto degli altri. Da questo atteggiamento sconsiderato noi rifuggiamo con forza. E sia chiaro: non è con la violenza che possiamo batterlo, bensì sostenendo il 4 marzo la candidata Lucia Ciampi, il Partito Democratico e tutta la coalizione di centrosinistra. Solo così Pisa potrà rispondere efficacemente a ogni forma di violenza e provocazione e a un modo di far politica che non ci appartiene e non ci apparterrà mai".

A Firenze invece blitz antagonista ai danni del circolo Pd in via dei Serragli, sede anche del comitato elettorale di Rosa Maria Di Giorgi. Un atto vandalico e intimidatorio nei confronti del Partito democratico. L’ennesimo, di questi giorni, in un’escalation allarmante. Una secchiata di vernice Rossa ed un volantino minatorio con ingiurie contro il Partito Democratico: è questo il risultato del raid vandalico contro la sede della sezione del Partito Democratico Oltrarno e punto d'ascolto del comitato elettorale della vicepresidente del senato Rosa Maria Di Giorgi, di cui fa parte il quartiere di Santo Spirito/San Frediano.

"Un atto incivile che certo non ci intimorisce ed anzi ci conferma nella volontà di andare avanti in questa bella campagna elettorale tra la gente, ascoltando i problemi, le esigenze e le aspettative dei cittadini. Non sarà certo il gesto di qualche esaltato che può fermarci -assicura la candidata alla Camera nel collegio uninominale Firenze-Scandicci- L'Oltrarno è un quartiere meraviglioso fatto di brave persone appassionate di politica e portatori di senso civico e buona volontà. Il contrario di chi non ha niente di meglio da proporre che atti incivili e stupidi" dichiara Di Giorgi. Che conclude "domani la campagna prosegue incontrando, come sempre in questi giorni, i cittadini di Firenze e Scandicci"

Il 22 febbraio avrebbe dovuto tenersi a Certaldo un confronto politico tra candidati locali in vista del voto del 4 marzo. L'evento è stato cancellato dal Consiglio dei Giovani di Certaldo soltanto il giorno prima con le seguenti motivazioni : ''Alla notizia della presenza di CasaPound alcuni partiti (Partito Democratico - Liberi e Uguali - Potere al Popolo) hanno dichiarato la loro intenzione di non presenziare al dibattito. In questo modo un terzo dei candidati veniva a mancare'' . Di conseguenza piuttosto che escludere Casapound o rinunciare a tre partiti nel dibattito il Cdg Certaldo ha annullato l'evento. Con un'estrema destra capace di atti come l'accoltellamento di due ragazzi l'altra sera a Perugia, o del vandalismo compiuto a Castelfiorentino, verso la lapide di Aladino Bartaloni, giovane ventenne impiccato dai nazisti durante la II guerra mondiale.

La Regione Toscana aderisce e partecipa, con l'assessore alla presidenza che accompagnerà il gonfalone, alla manifestazione organizzata per domani, sabato 24 febbraio, a Roma dalle organizzazioni promotrici dell'appello "Mai più fascismi - Mai più razzismi", iniziativa unitaria frutto dell'impegno dell'associazionismo democratico e antifascista e di moltissime istituzioni locali per rafforzare nel Paese la coscienza costituzionale e avviare, come si legge nell'appello, "un serio e concreto percorso che porti allo scioglimento di tutte quelle organizzazioni che si richiamano al fascismo e al razzismo". La nostra Regione, come spiega l'assessore alla Presidenza, è stata protagonista della Resistenza e della lotta contro il Nazifascismo; la Toscana è una terra di uguaglianza, libertà e di lotta per i diritti di tutti, impegnata tutti i giorni a contrastare, e non solo a condannare, il ritorno dei nuovi fascismi. La partenza del corteo è prevista per le 13.30 da piazza delle Repubblica, avvio del corteo e arrivo in piazza del Popolo dove, dalle ore 15, avrà inizio la manifestazione.

 “Se sei al buio non lamentarti ma accendi la luce” è una delle otto regole che come ministro dell’istruzione assieme alla Camera dei Deputati, ho inserito nel decalogo contro le fake-news inviato in tutte le scuole a presidi, docenti e alunni. Un insieme di piccole regole affinché i nostri ragazzi possano diventare consapevoli che non tutto ciò che viene diffuso è notizia ma che spesso, quando aprono un social network o viaggiano nel web, si possono trovare di fronte a una bugia ben confezionata per trarli in inganno. E la luce migliore da accendere è proprio quella del buon giornalismo”. Così Valeria Fedeli spiega la sua visita sede della Fondazione Indro Montanelli di Fucecchio. Un luogo importante per questo territorio che serve non solo a coltivare la memoria, ma anche a realizzare, attraverso premi, mostre e convegni, percorsi formativi per i giovani che guardano con attenzione al mondo dell’informazione. “Il principio a base di ogni democrazia – spiega Fedeli – è conoscere per deliberare e quindi ogni cittadino deve essere messo in grado di sapere per poter decidere liberamente. Invece, oggi, sempre più spesso siamo vittime di inganni e bugie che hanno lo scopo di orientare in una certa direzione l’opinione pubblica. E’ un fenomeno pericolosamente antidemocratico a cui dobbiamo reagire contrapponendogli la forza dei fatti e della verità. E’ un dovere per tutti coloro che fanno informazione, ma anche per noi che ne siamo i destinatari”. “I nostri studenti devono essere capaci di confrontare le notizie, di capire se una fonte è attendibile o meno, se una notizia è vera o se si tratta solo di una bufala. Ed è per questo – conclude Fedeli – che ho voluto portare in tutte le scuole l’iniziativa, studiata assieme alla Camera dei Deputati, contro le bufale che tra le altre cose invita i ragazzi a condividere solo le notizie che hanno verificato e che li sprona a chiedere sempre le fonti e le prove di ciò che trovano nel web, mentre prevede per gli insegnanti un pacchetto di materiali didattici volti proprio a far allenare lo spirito critico dei loro alunni. Una volta li si invitava a non accettare caramelle dagli sconosciuti, oggi c’è da fargli capire che solo le fonti certe sono credibili. Non a caso abbiamo anche rinnovato il protocollo con la Federazione Nazionale Stampa Italiana, cioè il sindacato dei giornalisti italiani, per ostacolare e combattere i fenomeni di odio e incitamento all’odio alimentati anche dalle fake-news. Perché il primo passo per respingere questi spacciatori di bugie e di odio è proprio rendere i giovani consapevoli del modo in cui queste possono essere diffuse sul web e di come trovare un equilibrio tra la libertà di espressione e la tutela dei diritti umani ”.

Roberto Speranza, candidato di Liberi e Uguali alla Camera in Toscana, domenica 25 febbraio sarà a Pisa e Pontedera.

Weekend ricco di appuntamenti per il tour elettorale di Susanna Cenni che domani,sabato 24 e domenica 25 febbraio, farà tappa sia in provincia di Pisa che nel senese. Sabato 24 febbraio la candidata alla Camera in Toscana nel Collegio Uninominale 11 Poggibonsi incontrerà a Pisa le associazioni che si occupano di violenza sulle donne e nel pomeriggio, dalle ore 18.30, si sposterà a Poggibonsi per partecipare all’iniziativa “Le donne la famiglia: cambiamenti socio-culturali”. All’evento, ospitato nella Sala della Ginestra, parteciperà anche Rosa Maria di Giorgi e Monica Bartalesi. La giornata si concluderà alle ore 21.30 al Centro Congressi di Casole d’Elsa che ospiterà la riflessione dedicata alla Valdelsa. Sarà una giornata divisa tra le province pisane e senesi quella in programma domenica 25 febbraio. Alle ore 11 Susanna Cenni parteciperà al comizio a Peccioli con il candidato del Pd a Pisa, Stefano Ceccanti e dopo gli incontri a Casciano Terme Lari e Lajatico, concluderà la giornata a San Gimignano per l’iniziativa organizzata dal Pd e dedicata alle proposte per la Valdelsa e per l’Italia presenti nel programma democratico. L’iniziativa, in programma alle ore 18, sarà ospitata nella Sala Cultura di Via San Giovanni 23 a San Gimignano.

Redazione Nove da Firenze