Caldo: “codice rosso” anche domani

Istallati condizionatori all'ospedale di Prato. La Regione manderà 60 ventilatori a Sollicciano in un paio di giorni


FIRENZE- Continua il caldo da “bollino rosso”, previsto anche per domani (mercoledì 9 agosto), a Firenze. Lo annuncia il nuovo bollettino della protezione civile del Comune sulla base delle previsioni biometeo del Cibic, il Centro Interdipartimentale di Bioclimatologia dell'Università di Firenze. Il codice rosso è il terzo livello di allerta in una scala che va da zero a tre. Sempre validi quindi i consigli per la popolazione soprattutto per gli anziani ma anche bambini e soggetti fragili, che sono a disposizione sul sito della protezione civile. In particolare si raccomanda di limitare le attività all'aperto. Gli anziani e i loro familiari in caso di bisogno possono usufruire anche del segretariato sociale. Il numero da chiamare è il 800508286 il lunedì, il martedì, il mercoledì e venerdì dalle 9 alle 13.

Si è risolta felicemente la vicenda dei ventilatori offerti dall'assessore al diritto alla salute e al sociale Stefania Saccardi all'amministrazione del carcere di Sollicciano, per aiutare i detenuti ad affrontare l'eccezionale calura di questi giorni. La Regione invierà a Sollicciano 60 ventilatori nel giro di un paio di giorni.

"Sono davvero contenta che questa vicenda si sia sbloccata in pochi giorni - dice Stefania Saccardi - Anche tra le mura del carcere il caldo si fa sentire, in particolare per chi è più anziano o ha problemi di salute. Mi auguro che l'invio dei ventilatori, che manderemo subito, entro un paio di giorni, possa alleviare il loro disagio".

La settimana scorsa l'assessore Saccardi si era detta disponibile a mandare a Sollicciano 100 ventilatori, ma l'amministrazione del carcere aveva fatto sapere che l'impianto di Sollicciano non avrebbe retto il carico energetico. La direzione ha fatto un approfondimento, dal quale è risultato che fino a 60 apparecchi sono sostenibili per l'impianto del penitenziario. I ventilatori verranno distribuiti tra le celle in base a criteri di ordine sanitario, dando la precedenza ai detenuti più anziani e a quelli che hanno problemi di salute.

Sono stati istallati oggi (martedì 8 agosto) nel Poliambulatorio “Giovannini” di Prato – via Cavour, - 15 condizionatori e 15 ventilatori per il miglioramento del clima all’interno della struttura socio sanitaria dopo che nei giorni scorsi si era verificato un guasto all’impianto centralizzato di condizionamento. Gli interventi programmati nella giornata di ieri, con carattere di urgenza, sono stati prontamente messi in atto con rapidità per tutelare la salute degli utenti e degli operatori e quindi per ridurre il più possibile il disagio provocato dalle alte temperature esterne. Il direttore della zona distretto di Prato Michele Mezzaccappa, ha inoltre fatto sapere che contemporaneamente è stata predisposta la sostituzione del gruppo refrigerante che si era guastato: l’impianto sarà sostituito e disponibile entro questa settimana e attivato dopo i necessari collaudi. I condizionatori portatili stamattina sono stati dislocati sui tre piani del presidio e in particolare nei contesti operativi più delicati: ad esempio nelle sale d’attesa del centro prelievi, negli ambulatori di neuropsichiatria infantile, nelle palestre della riabilitazione; negli ambulatori cardiologici e in quelli più a rischio per la tipologia dei pazienti e in generale nei corridoi. I ventilatori sono invece stati collocati negli uffici e in altri ambulatori specialistici. La situazione all’interno del presidio viene costantemente monitorata e se le condizioni climatiche non dovessero migliorare, come auspicato, potranno anche essere intraprese iniziative alternative sempre la fine di non creare disagi agli utenti, ed in particolare ai pazienti più fragili che in questi giorni si recano nella struttura per visite e terapie.

Redazione Nove da Firenze