Rubrica — Fiorentina

Borja Valero in ritiro, ma a Brunico

La ​Fiorentina ha ceduto il centrocampista spagnolo all'Inter. Intanto Sport Man conferma l'offerta d 100 milioni di euro per acquistare la società viola


Moena e Brunico si trovano a soli 85 chilometri di distanza, ma in automobile ci voglio almeno due ore per andare da una località all'altra a causa del percorso accidentato, in un saliscendi attraverso le valli e i passi dolomitici. Lo sa bene Borja Valero che quest'anno ha scelto per il ritiro Brunico, dove si prepara la stagione dell’F.C. Internazionale Milano. Oggi la Fiorentina ha annunciato di aver ceduto, a titolo definitivo, il diritto alle prestazioni sportive del calciatore spagnolo, classe 1985, che in contemporanea ha raggiunto i nuovi compagni nero-azzurri in Val Pusteria. La Fiorentina ringrazia Borja: "per gli splendidi cinque anni vissuti insieme ed augura al centrocampista spagnolo le migliori fortune, umane e professionali".

“Davanti al silenzio della famiglia Della Valle sulla proposta di acquisto della Fiorentina da parte di tre grandi operatori economici italiani abbiamo deciso di giocare a carte scoperte. Sul tavolo ci sono 100 milioni di euro che la cordata, organizzata dal sottoscritto come intermediario, è pronta a versare ai proprietari del club viola una volta raggiunto l'accordo per la cessione del pacchetto di maggioranza della società” è l'annuncio odierno, mediante comunicato alla stampa, di Alessio Sundas, manager della Sport Man ed agente Fifa, che ha rilanciato l'offerta di un incontro ai proprietari della Fiorentina, annunciando l'impegno economico della cordata di operatori economici che rappresenta: “Nessuno pensi di logorarci col silenzio – prosegue Sundas – siamo abituati a non recedere da una trattativa fino a che esistono le condizioni di raggiungere un'intesa. Siamo perplessi dalla mancanza di risposte della famiglia Della Valle che ha ricevuto la nostra proposta di incontro attraverso una serie di canali ufficiali della società viola. I proprietari della Fiorentina sono liberi di cambiare idea, ma correttezza imporrebbe di fornire una risposta, anche in caso di rifiuto di sedersi allo stesso tavolo. Gli imprenditori che ho l'onore di rappresentare sono abituati a giocare a carte scoperte, ufficializziamo la proposta di investire 100 milioni di euro per l'acquisto della Fiorentina. Pianificando poi altri seri investimenti per il rilancio della società. Chiediamo soltanto di accelerare i tempi, dalla stampa apprendiamo che molti campioni sarebbero in procinto di lasciare il club viola, non vorremmo acquistare una scatola vuota da una società che appare in evidente difficoltà e non riesce a frenare l'emorragia di talenti. Non si può costruire un progetto per allestire una squadra competitiva se tutti i big stanno scappando da Firenze. Se la famiglia Della Valle non vuole cedere il club viola lo dica e gli imprenditori che rappresento faranno un passo indietro, senza alcuna polemica. Lasciare la questione in sospeso sarebbe poco rispettoso sia nei confronti dei proponenti, sia soprattutto verso i tifosi della Fiorentina che stanno assistendo impotenti allo smembramento della squadra. I numeri ora ci sono, attendiamo una risposta”.

Fiorentina — rubrica a cura di Nicola Novelli

Nicola Novelli

Nicola Novelli — Fondatore e Direttore responsabile di Nove da Firenze, dal 1997 il primo giornale on line fiorentino. Laureato in Scienze Politiche è giornalista pubblicista dal 1989. Dal1999 presiede Comunicazione Democratica, associazione di promozione sociale che edita www.nove.firenze.it. Per 5 anni consigliere regionale dell'Ordine dei Giornalisti della Toscana

E-mail: direttore@nove.firenze.it