Rubrica — Agroalimentare

Bioenergie e rinnovabili, convegno a Grosseto

Bioeconomia e innovazione in agricoltura: verso una sezione 'ad hoc' in Confagricoltura Toscana


 “Il settore delle energie rinnovabili è il settore del futuro, un futuro ancora ben lontano dall'essere definito e con regolamenti sempre oggetto di continue modifiche. Per questo motivo appare evidente la necessità di una specifica rappresentanza sindacale che tuteli le aziende che in questi ultimi anni hanno deciso di investire in questo settore e possa dare tutto il sostegno possibile a chi intende lavorare in questa direzione. Attiveremo una serie di passaggi istituzionali interni alla nostra organizzazione che prevederanno prima la costituzione di un organismo provinciale a Grosseto, successivamente apriremo una sezione che riguarderà tutto il territorio regionale.” E' quanto annunciato da Marco Mentessi, stamani a Grosseto, in occasione del convegno promosso da Confagricoltura dal titolo “Bioenergie e rinnovabili. Un futuro possibile”.

“In questo modo – spiega Mentessi – daremo una risposta alla linea nazionale del sindacato che ha da poco istituito la federazione dedicata alla Bioeconomia e processi e prodotti innovativi. In questo quadro la Toscana ha tutto il dovere di attivarsi per costituire questo nuovo soggetto di rappresentanza.”

“L'agricoltura deve essere sempre più attenta al mercato facendo innovazione – ha spiegato al convegno Donato Rotundo, Direttore area sviluppo sostenibile di Confagricoltura – dove è possibile, l'aziende deve investire anche su altre attività connesse alla principale, fra cui quella inerente alla produzione di energia. Le bioenergie infatti sono in grado di creare dinamiche aziendali notevoli potenziando attività già presenti, diminuendo i costi aziendali e rendendo più sostenibili le aziende che, se in difficoltà, potranno cogliere così nuove opportunità.”

Redazione Nove da Firenze