Bandiera Arancione ai borghi eccellenti dell’entroterra toscano

La Toscana è la regione più arancione di Italia con 38 Bandiere. Cerimonia nazionale organizzata dal Touring Club Italiano a Genova per il conferimento della certificazione di qualità turistico-ambientale per il triennio 2018-2020


Conferma della Bandiera Arancione del Touring Club Italiano assegnata, lunedì 22 gennaio a Genova, nel corso di una cerimonia che ha riunito nel Palazzo Ducale tutti i Comuni italiani insigniti per il triennio 2018-2020. Fra questi anche molte realtà della Toscana, il territorio con più Bandiere Arancioni attribuite dal Touring Club Italiano. Qualità della vita, servizi di accoglienza, cultura dell’ospitalità, offerta culturale per una meta dinamica e a misura di famiglia, patrimonio storico-architettonico, decoro urbano, tutela ambientale e risorse paesaggistiche. La Toscana è la Regione più arancione d’Italia (con 38 riconoscimenti), seguita da Piemonte (28) e dalle Marche (21).

Il Touring Club Italiano, che nella sua storia spesso è stato precursore di stili e tendenze in tema di turismo e viaggio, per primo ha colto ed evidenziato il potenziale turistico dei piccoli centri dell’entroterra che vent’anni fa erano esclusi da ogni tipo di riflessione e politica di sviluppo turistico. Insieme a Regioni, Comuni e altre reti, ha contribuito a mutare radicalmente consapevolezza, percezione e modello di sviluppo dell’Italia interna, dei borghi e dei piccoli comuni, contribuendo ad evolverli da ambito marginale a destinazione di tendenza.

Barberino Val d’Elsa ancora una volta sul podio della qualità e delle eccellenze italiane in grado di regalare un viaggio autentico. Barberino Val d’Elsa, borgo millenario incastonato tra le colline chiantigiane e valdelsane, rispecchia i canoni di bellezza, armonia e qualità richiesti dal network nazionale delle Bandiere Arancioni. Il castello che domina la vallata fiorentina da un lato e quella senese dall’altro è stato insignito per altri tre anni della certificazione di qualità turistico-ambientale che privilegia con i colori caldi dell’arancio una selezione di 227 città italiane. A seguito della periodica analisi di verifica, il comune valdelsano ha soddisfatto i requisiti richiesti dal modello di analisi territoriale del TCI.

Il marchio turistico-ambientale del Touring Club Italiano, assegnato per la prima volta a Monteriggioni nel 2004, viene consegnato ai Comuni con meno di 15 mila abitanti che "si distinguono per un'offerta turistica di eccellenza e un'accoglienza di qualità'", come si legge nella motivazione. La sua conferma per il Comune di Monteriggioni rafforza la sinergia messa in campo dal Comune per promuovere le eccellenze storiche, culturali e paesaggistiche che il territorio offre, puntando a migliorare sempre più l’accoglienza dei visitatori e la loro permanenza. Un impegno che trova valore aggiunto nella possibilità di utilizzare canali e strumenti del Touring Club Italiano, fra i principali soggetti impegnati e riconosciuti nella promozione del Paese a livello nazionale e internazionale.

La Bandiera Arancione continuerà a sventolare anche sul Comune di Murlo; il prestigioso riconoscimento del Touring Club Italiano, marchio di qualità per le località dell’entroterra che si contraddistinguono per un’offerta di eccellenza e un’accoglienza di alta qualità. La conferma del riconoscimento della Bandiera Arancione è avvenuta soltanto dopo le verifiche in incognito degli ispettori del Touring Club Italiano che hanno constatato il rispetto degli oltre 250 criteri necessari all’assegnazione.

Redazione Nove da Firenze