Versilia: gli enti pubblici a tutela della qualità della balneazione

Proposta di legge in difesa delle spiagge libere di Sì Toscana a Sinistra. Si compone il cartellone dell’estate con l’Arcobaleno. Toscana prima per le prenotazioni di tedeschi e inglesi, per gli italiani è terza


FOTOGRAFIE — FIRENZE– Si è riunito mercoledì il Collegio di vigilanza per l'accordo di programma sulla balneazione in Versilia. Oltre all'assessore all'ambiente Federica Fratoni, hanno partecipato i sindaci di Viareggio, Camaiore, Forte dei Marmi Massarosa, Pietrasanta. Il rappresentante di Arpat ha illustrato lo stato della sperimentazione finora, riscontrando un esito confortante che consentirà il procedere il più rapidamente possibile alla seconda fase della sperimentazione che interesserà i corsi d'acqua Motrone, Abate e Fiumetto. Il collegio ha inoltre deciso, confermando il ruolo di soggetto attuatore da parte del Comune di Camaiore, di chiedere alla Regione di coordinare i collegamenti e le informazioni fra gli enti. L'assessore Fratoni, da parte sua, ha ribadito l'impegno diretto della Regione assieme ai Comuni della Versilia e con il supporto tecnico di Arpat e dell'Università di Pisa, e sottolineato la necessità di dare una risposta ai problemi che si sono avuti negli anni passati per tutelare l'industria del turismo e la qualità delle acque sulla quale questa si basa.

E’ stata presentata giovedì in Consiglio regionale la proposta di legge di Sì Toscana a Sinistra il cui obiettivo è far sì che ogni Comune costiero garantisca un adeguato numero di spiagge libere e gratuite per la popolazione. In ciascun comune le spiagge libere devono essere almeno la metà del territorio demaniale marittimo effettivamente utilizzabile, sono quindi esclusi dal computo i porti, le foci dei fiumi e altre aree non fruibili dai bagnanti. La legge italiana prevede infatti da oltre 10 anni che le Regioni debbano individuare un corretto equilibrio fra le aree concesse a soggetti privati e le “spiagge libere” ma la Toscana non l’ha fatto. E’ quindi urgente colmare una simile grave lacuna e individuare questo necessario equilibrio, dando priorità all’uso gratuito e libero di un bene comune fondamentale come le spiagge.

Il portale CaseVacanza.it ha studiato le diverse abitudini di viaggio tra i turisti stranieri e quelli italiani, scoprendo come la prima evidente differenza riguardi il budget che, nel caso di chi arriva dall’estero, è più alto e supera fino al 38% quello dei nostri connazionali. La Toscana è la terza meta più prenotata dagli italiani, preceduta dalla Puglia e dalla Sardegna. La regione si piazza però al primo posto delle preferenze dei cittadini tedeschi e inglesi che scelgono l’Italia per le loro vacanze estive. Analizzando i filtri usati da chi si sposta in Italia per cercare una casa vacanze, si nota come sia di fondamentale importanza la possibilità di portare in vacanza anche i propri amici a quattro zampe. Guardando invece alle ricerche degli stranieri, la caratteristica più cercata è una piscina all’interno della proprietà da affittare, seguita dall’aria condizionata e dalla lavatrice.

Per il quinto anno consecutivo l’inizio della stagione estiva coinciderà con Toscana Arcobaleno d’Estate. L’iniziativa, promossa dalla Regione Toscana con il supporto di Toscana Promozione Turistica, Fondazione Sistema Toscana e ANCI, in collaborazione con il media partner QN-La Nazione, torna dal 16 al 18 giugno per offrire ai turisti e ai toscani un lungo weekend di festa. Chi desiderasse aderire al calendario eventi o offerte potrà farlo compilando un semplice form sul sito ufficiale dell’iniziativa (per info o problemi sull’inserimento contattare il numero 055 2719083, dal martedì al venerdì dalle 10.00 alle 12.00 e dalle ore 15.00 alle 18.00). Riflettori puntati, quindi, sulle eccellenze toscane, dai prodotti enogastronomici alle bellezze culturali e paesaggistiche. Già decine le adesioni arrivate agli organizzatori e pubblicate sul sito ufficiale dell’iniziativa, www.arcobalenodestate.it. Il cartellone comprende festival, concerti, degustazioni, mostre: un’opportunità unica per ‘assaggiare’ il meglio dell’offerta regionale e decidere poi, anche in un secondo momento, di tornare per approfondire uno o più aspetti. Sul www.arcobalenodestate.it sono disponibili la mappa georeferenziata ei dettagli per ciascuna proposta, oltre alle offerte create ad hoc per l’Arcobaleno dai gestori di hotel, B&B, ristoranti, negozi e che prevedono sconti o coupon. Sul sito è possibile anche scaricare il kit Arcobaleno, ovvero tutto il materiale grafico della festa come loghi e banner per pubblicizzare il proprio evento con una grafica coordinata e immediatamente riconoscibile. Venerdì 16 giugno la festa partirà dal capoluogo toscano con l’iniziativa promossa da Confcommercio Firenze e Fipe. La città verrà vissuta dall’alto con originali aperitivi su alcune delle terrazze più belle di Firenze. Sabato 17 il clou sarà ancora una volta sulla passeggiata di Viareggio per il concerto di Raf che coinciderà con la Notte Bianca. La domenica avrà una caratterizzazione più territoriale con il coinvolgimento dei comuni che si racconteranno attraverso il format "Toscana Ovunque Bella". Ogni borgo potrà svelare il suo racconto inedito con eventi ad hoc, diventando protagonista nel weekend Arcobaleno.

Redazione Nove da Firenze