Babbo Natale si aggira per la Toscana

Un ricco programma di iniziative il 24 dicembre e nei giorni successivi in tutta la regione. Presepe vivente, mercatini, eventi e laboratori


Firenze– Ecco il weekend delle festività natalizie. Con Babbo Natale che porta tanti appuntamenti, tra arte, cultura, tradizioni. Sono più di settanta le località della Toscana in rete con Terre di Presepi, dalla Garfagnana fino alla Maremma, per arrivare oltre i confini regionali a Trevinano di Acquapendente (in provincia di Viterbo). Terre di Presepi è una realtà che nasce dal basso e che ha messo in rete presepisti, parrocchie e amministrazioni comunali. Così i presepi toscani hanno collezionato un milione di visitatori lo scorso anno, e la rete ha permesso la valorizzazione di tante piccole località, centri storici, oltre a contribuire a sviluppare un turismo sostenibile nel tempo di Natale.

Il Natele si accende in San Frediano, sul palco del Teatro di Cestello va in scena la magia delle Feste. Tutti i pomeriggi fino a martedì 26 (pausa lunedì 25) alle 16,30 sarà l’incanto di un grande classico ad accogliere il pubblico di tutte le età, l’intramontabile “Canto di Natale” di Dickens, nella vivace lettura di Marcello Ancillotti, che regala una regia densa di colori, profumi, tra scenografie semoventi, effetti speciali e una vera nevicata a far brillare il teatro di un’inconsueta atmosfera onirica. Domenica 24 al termine della replica pomeridiana è attese la visita del vero Babbo Natale, con regalini e foto per tutti i bambini. Info e prenotazioni 055.294609.

Dai concerti di musica classica ai presepi viventi, dai tomboloni ai laboratori culinari per imparare a fare la pizza. Nel cartellone degli eventi , predisposto per le festività dal Comune di Greve in Chianti in collaborazione con le associazioni, le Pro Loco, il Centro commerciale naturale e gli ambulanti di Greve, non c’è che l’imbarazzo della scelta. Domenica 24 festa per i più piccoli alla Galleria Le Cantine di Greve con gli assistenti di Babbo Natale per le vie del centro storico e l’allestimento di un punto posta per le letterine a cura dei commercianti del CCN Le Botteghe di Greve, a San Polo con la consegna dei doni, casa per casa, dalle ore 21 a cura della Pubblica Assistenza di San Polo e a Lucolena alle ore 23 alla Chiesa di San Stefano con la celebrazione della Santa Messa, la processione e il presepe vivente. In piazza Anichini si terrà l’esibizione del coro degli angeli di Lucolena. In occasione di Santo Stefano, martedì 26 dicembre, tutti in pista alle ore 16 per pattinare nel lago di ghiaccio in piazza Angelo Vassallo insieme agli amministratori comunali. A San Polo il 26 dicembre ancora un intrattenimento in piazza con la pentolaccia di Natale, a partire dalle ore 15. Al termine si effettuerà il lancio delle lanterne cinesi. Martedì 26 dicembre la chiesa di Santa Croce, a Greve, ospita il tradizionale concerto di Santo Stefano alle ore 17.30 con il coro della parrocchia, diretto da Marco Hagge e affiancato dall’organo di Luca Vannini. Il tombolone delle feste è un classico appuntamento che il Circolo Mcl di San Polo in Chianti ha organizzato per venerdì 29 dicembre alle ore 21, con un brindisi finale a base di panettone e spumante.

Domenica 24 dicembre a Borgo San Lorenzo spazio al mercato straordinario, che si svolgerà la mattina nei consueti spazi del mercato settimanale del martedì, mentre in Piazza Dante sarà appuntamento tutto il giorno con “Dalla soffitta alla cantina” organizzato dalla Pro Loco di Borgo San Lorenzo con il patrocinio del Comune.

A Castelfiorentino martedì 26 dicembre accenderà nella parte alta una luce ancor più suggestiva con la “Natività in musica, arte e poesia”. A partire dalle 15.30 è in programma infatti il “Presepe vivente nel giardino del Palazzo Sabatini” (ingresso da via San Lorenzo) a cura della Compagnia teatrale “Passi di Luce” e il poeta Massimiliano Bardotti, che reciterà alcune poesie davanti alla natività (la prima recita è prevista alle 16.00 con replica alle 18.30). Alle 17.00 è in programma alla Collegiata di San Lorenzo “Cantiamo e recitiamo il Natale”, concerto natalizio del Coro di San Lorenzo insieme al poeta Paolo Parrini.

A Prato domenica 24 dicembre alle ore 23.30 in San Francesco sarà eseguita la famosa Misa de San Ignacio di Domenico Zipoli nell'ambito della Messa della Notte di Natale. L'esecuzione del capolavoro di Zipoli, ritrovato circa 40 anni fa in un archivio della Bolivia e fatto eseguire da papa Francesco quando era arcivescovo di Buenos Aires per l'inaugurazione del restauro della chiesa di San Ignacio nella capitale argentina, sarà eseguito dall'Orchestra d'Archi della Scuola Comunale di Musica «Giuseppe Verdi», dal Coro Euphonios di Elia Orlando, con i solisti Beatrice Cioni (soprano), Cristina Pierattini (contralto), Federico Mancini (tenore), Andrea Perugi (organo) e la direzione di Marco Facchini, primo violino e maestro concertatore. Oltre alla Misa de San Ignacio saranno eseguiti popolari brani natalizi come Adeste fideles e Tu scendi dalle stelle.

L'ultimo appuntamento del Festival Zipoli è in programma venerdì 29 dicembre alle ore 21 presso la pieve di san Michele Arcangelo a Carmignano, con un concerto natalizio eseguito dall'organista Letizia Romiti e dal Piccolo Coro Melograno di Firenze diretto da Laura Bartoli.

A Pistoia il 24 dicembre in piazza del Duomo e in via Curtatone e Montanara si terrà il mercato dalle 8 alle 19. Dalle 16 alle 18 l’associazione sportiva culturale “Silvano Fedi” e il comitato organizzatore della “Biciclettata della salute” propongono l’arrivo di Babbo Natale con la slitta a ruote, azionata a pedali, che saluterà i bambini presenti. Babbo Natale, dopo aver stazionato all’inizio di via Cino, a passo d’uomo si dirigerà verso via Cavour, via Roma, Piazza Duomo, con fermata tra le logge del Comune e all’albero di Natale. Alle 22 in Sala Maggiore del Palazzo comunale tradizionale Veglia di Natale a cura della Filarmonica Borgognoni diretta da Carlo Cini. Lunedì 25 dicembre dalle 16 alle 19 sarà possibile visitare gratuitamente la mostra allestita nelle Sale Affrescate del Palazzo comunale “Pietro Bugiani. Un Maestro del Novecento a Pistoia” che rimarrà aperta fino al 7 gennaio. Negli altri giorni l´apertura è da lunedì a domenica dalle 10 alle 18. Martedì 26 dicembre alle 16.30 nella chiesa di San Bartolomeo concerto del quintetto “Amena”, musica da camera per clarinetti. Durante le festività sarà possibile vedere la mostra di presepi a cura dell’associazione “Presepiamo” nella chiesa della Madonna del Carmine che rimarrà aperta fino al 7 gennaio, il presepe nel Duomo di Pistoia dell’artista calabrese Franco Valente e dell’artista Franco Melani presso la Basilica della Madonna dell’Umiltà.

Fuori Pistoia, a Spedaletto e Baggio, come ogni anno è stato organizzato un allestimento di presepi molto suggestivo in vari angoli del paese. Anche a Le Piastre, paese dei cento presepi, ne saranno esposti numerosi a cura della Pro-loco Alta Valle del Reno.

Arezzo Città del Natale, ovvero magia da vivere: anche nei giorni delle festività natalizie prosegue il calendario di appuntamenti con l’arte, la tradizione, il gusto e lo spettacolo che fino al 7 gennaio rivela il volto inedito tutto da scoprire di Arezzo. Mentre negli spazi del Prato, il 26 dicembre torna Christmas Ice con quattro artisti che realizzeranno sorprendenti sculture di ghiaccio, il 25 e il 26 dicembre Spazio Seme trascinerà il pubblico in un coinvolgente spettacolo di strada. Proseguono le attività della Fortezza dei Bambini, vera e propria “casa dei più piccoli”. Oltre alle osservazioni del cielo che hanno luogo al planetario astronomico i locali della Fortezza ospitano tanti laboratori didattici che spaziano dagli antichi mestieri artigiani, alla costruzione di giocattoli di legno. La Fortezza dei Bambini sarà aperta con orario 14-18 ogni fine settimana fino al 7 gennaio. Ingresso gratuito. Chi ama le atmosfere nordiche fino al 1 gennaio avrà la possibilità di immergersi nel Villaggio Tirolese realizzato da Ascom Confcommercio in collaborazione con il Comune di Arezzo che trasforma Piazza Grande con baite e casette. Si ispira al Natale nella storia e nell’arte anche il calendario delle visite che il Centro Guide di Arezzo offre gratuitamente: dalle immagini mariane devozionali in terra d'Arezzo alla vera storia di Babbo Natale ciascuno potrà scegliere l’itinerario che più preferisce. Nato due anni fa il cartellone Arezzo Città del Natale ha richiamato più di un milione di visitatori nel corso delle precedenti edizioni. Il progetto voluto e ideato dal Comune di Arezzo è realizzato con la collaborazione di molte associazioni culturali e di categoria, aziende locali e artisti.

A Siena il Palazzo di Babbo Natale è aperto tutti i giorni, escluso martedì 25 e mercoledì 26 dicembre, dalle ore 15.30 alle ore 18.30, mentre domani, domenica 24 e sabato 30 dicembre aprirà le sue porte la mattina, dalle ore 10.30 alle ore 12.30, e il pomeriggio, dalle ore 14.30 alle ore 18. L’iniziativa fa parte del cartellone ‘Tutto il Natale di Siena’, la rassegna promossa dal Comune di Siena Assessorato al turismo, che accenderà la città con oltre 250 eventi fino al 31 gennaio 2018. Il percorso animato allestito nelle sale di Palazzo Patrizi, in Via di Città, che ha riscosso interesse e partecipazione fin dalla sua apertura, lo scorso 16 dicembre, accoglierà e farà sognare ancora per qualche giorno tutti i bambini nel suo villaggio incantato. Nel Palazzo di Babbo Natale, i sogni diventeranno realtà per i piccoli visitatori, che potranno tuffarsi nella magica atmosfera natalizia accompagnati da elfi, folletti e guide d’eccezione e divertirsi tra giochi, musica, laboratori creativi, racconti teatralizzati e merende golose. La tappa finale della visita sarà nella stanza di Babbo Natale, dove Santa Claus accoglierà i suoi piccoli amici con doni e dolci, prima di ricevere ancora le loro letterine e scattare la foto ricordo da custodire sotto l’albero.

Gran finale al Paese di Babbo Natale a Chianciano Terme: il 24 dicembre da non perdere la cena con Babbo Natale e Masha e Orso. Dopo cena la festa continua con la consegna dei regali da parte Babbo Natale a tutti i bambini. Ci sarà anche il Presepe vivente e la Santa Messa al Paese di Babbo Natale. Il parco natalizio si chiude con un bilancio più che positivo. Rispetto all'edizione precedente gli ingressi sono quadruplicati a partire dal secondo weekend dall’apertura, rispetto all'anno scorso. I tour operator confermano la forte crescita: anche le prenotazioni sono quadruplicate con una permanenza a Chianciano Terme non più di una o due notti, ma di tre e quattro notti. Le attrazioni più gettonate sono state la Pista del Ghiaccio, coperta e a aperta tutti i giorni, e Il Mondo delle Fiabe che ospita La casa di Masha e Orso più quattro brevi spettacoli teatrali dedicati a Il Gatto con gli stivali, La Bella e la Bestia, Frozen e La storia della simpatica giraffa Theia MillaIl magico itinerario inizia proprio nel meraviglioso Parco Acqua Santa dove tre grandi strutture coperte ospitano Elfolandia, la Baita di Babbo Natale e il Mondo delle Fiabe. All'esterno troviamo invece la pista del ghiaccio, la pista di quad per bambini e i Mercatini di Natale con le loro casette di legno con lo streetfood e idee regalo natalizie di tutti i tipi. Grandi e piccini possono sognare a occhi aperti con i simpatici elfi che accolgono i bambini con il truccabimbi, il teatrino, la baby dance, i laboratori di disegno, la fabbrica dei giocattoli e qualche piccolo giocattolo in regalo. Il momento più atteso è l'incontro con Babbo Natale nella sua bella casa, dotata di camera da letto, cucina e ufficio postale dove ogni bambino può scrivere la letterina di Natale e imbucarla personalmente o consegnarla al destinatario in persona. Nessun bambino esce da quest'area senza esser salito sulla grande slitta per far la foto in braccio a Babbo Natale. In occasione della visita al Paese di Babbo Natale, ci si può concedere anche qualche ora di relax alle terme grazie all'offerta completa proposta dalle strutture di Chianciano Terme: le family friendly Piscine Termali Theia,dotate di un'area termale specifica per i più piccoli con piscina, giochi e trattamenti, e le Terme Sensoriali per un pubblico adulto che non vuole rinunciare a trattamenti rigeneranti.

Nel Comune di San Casciano Bagni oggi Babbo Natale fa visita alle varie frazioni. L’arrivo è previsto in piazza Matteotti, nel capoluogo, e in via Torno al Fosso a Celle sul Rigo (in contemporanea, ore 15,30) poi nella piazzetta del pozzo a Palazzone (ore 18). A Celle è prevista l’accensione di una grande catasta di legna (ore 17), mentre a Palazzone si prosegue al circolo Auser con un torneo di briscola e di panforte (ore 21). Martedì 26 dicembre è in programma un concerto della Filarmonica di Celle sul Rigo (ore 17) nella chiesa di San Paolo Converso, mentre la Filarmonica Bisacchi di San Casciano Bagni si esibirà al teatro dei Georgofili e Accalorati (ore 17,30). Mercoledì 27 dicembre (ore 21) il circolo la Primavera di Celle sul Rigo ospita la tombola di Natale (ore 21). Giornata intensa, quella di venerdì 29 novembre, con un incontro dedicato alla riscoperta delle origini etrusco-romane di Celle Sul rigo (al teatro della filarmonica della frazione, ore 16). In serata, torneo di briscola al circolo la Primavera (ore 21) e concerto di ottoni della Filarmonica Bisacchi al teatro dei Geogofili e Accalorati di San Casciano dei Bagni. Da non perdere il 30 dicembre uno spettacolo originale: il carillon vivente (ore 17-19) nel piazzale del Ponte, in via Gramsci e in piazza Matteotti, a San Casciano dei Bagni. In chiusura, altro torneo di briscola, questa volta al circolo Auser di Palazzone. Il nuovo anno viene salutato da un concerto (ore 18) dell’ensemble strumentale barocco “il Rossignol”, nella collegiata di San Leonardo di San Casciano dei Bagni. Poi altre iniziative fino all’Epifania, nell’ambito di un cartellone ricchissimo, che va avanti dall’8 dicembre.

L’attesa del Natale sarà particolarmente suggestiva, e ricca di emozioni (specie per i più piccoli) nella notte della vigilia. Nella serata di domenica 24 (ore 20,30) saranno accese le fiaccole nelle piazze, quindi (ore 21,30) Babbo Natale inizierà a consegnare i regali in piazza San Pietro (a cura della proloco). Nella frazione di Contignano Babbo Natale arriva invece nel pomeriggio (ore 18). Poco dopo (ore 20) l’accensione di una pira di fuoco. Lunedì 25 dicembre (ore 21) si gioca al panforte nella sala comunale. Martedì 26 (dalle 16,30 alle 18,30) nel centro storico di Contignano si rinnova la sentita tradizione del presepe vivente.

Redazione Nove da Firenze