sabato 01 novembre 2014

Biennale Enogastronomica 2012

16 giorni di eventi, mercati, spettacoli e degustazioni dedicati all'enogastronomia di qualità

FIRENZE — Tutto pronto per la terza edizione della BIENNALE ENOGASTRONOMICA FIORENTINA, in programma DAL 3 AL 18 NOVEMBRE, con appuntamenti ed eventi ispirati al cibo e alle bevande di qualità. Ideata e organizzata da Confesercenti Firenze e Studio Umami (www.studioumami.com), con la direzione artistica del giornalista e critico enogastronomico Leonardo Romanelli, il contributo della Camera di Commercio di Firenze e il patrocinio di Regione Toscana, Provincia e Comune di Firenze, la BIENNALE ENOGASTRONOMICA FIORENTINA alternerà, in locali, ristoranti, piazze e palazzi storici di Firenze, mercati, degustazioni, incontri, food-show, spettacoli, itinerari del gusto, aperitivi, con un occhio attento anche alla solidarietà.

Il ruolo principale della Biennale sarà interpretato dagli oltre 90 ristoratori fiorentini che, per l'intera durata dell'evento, con l'iniziativa “Un piatto tipico al ristorante” proporranno nei loro menù alcuni piatti della tradizione, preparazioni in certi casi ormai introvabili, per un tuffo nella più autentica cultura gastronomica gigliata.

Quest'anno la Biennale stringerà un gemellaggio molto speciale, sia per scoprire produzioni extraregionali e deliziare i partecipanti, sia per dare una mano a chi in questo momento ne ha più che mai bisogno. Sarà infatti l'Emilia Romagna, recentemente colpita dal terremoto, una tra le protagoniste di questa terza edizione: l'inaugurazione della Biennale, fissata per sabato 3 novembre alla casa della Biennale, presso l'ex tribunale di piazza San Firenze, accoglierà una delegazione di “camminatori” capitanata da Leonardo Romanelli che percorrerà, lungo gli antichi sentieri che tagliano gli Appennini, gli oltre cento chilometri che separano la cittadina modenese di Finale Emilia, uno dei luoghi più colpiti dal sisma dello scorso maggio, da Firenze. L'iniziativa vedrà la raccolta di fondi per le popolazioni terremotate. A seguire, presso la Casa della Biennale, il Lambrusco sarà il re di una degustazione speciale - “Lambrusco un piacere effervescente” - aperta al pubblico con banchi di assaggio accompagnati da specialità della gastronomia emiliana.

Altre due grandi degustazioni guidate impreziosiranno il calendario della Biennale: una dedicata al Brunello (“Il Brunello si presenta” – Palazzo Strozzi, Piazza Duomo, Firenze – martedì 13 novembre) ed una alle vecchie annate (“La storia nel bicchiere” – ex tribunale Piazza San Firenze, Firenze – giovedì 15 novembre) di affermate e storiche aziende toscane.

Con l'iniziativa “Il gelato della Biennale”, alla sua seconda edizione, verranno coinvolti diversi maestri gelatieri / pasticceri fiorentini che nei loro esercizi proporranno, per l'intera manifestazione ed oltre, “Il Gelato/ Dolce della Biennale”, nuova golosa creazione realizzata appositamente per la rassegna con un prodotto di stagione.

Tra i grandi eventi Fermento Birra show che si terrà sabato 17 e domenica 18 novembre alla casa della Biennale, dedicato alla birra artigianale italiana, con banchi di degustazione con birra alla spina e in bottiglia, oltre a prodotti tipici gastronomici emiliani e toscani; il “Il Mercato dei sapori e dei mestieri”, da venerdì 9 a domenica 11 novembre, un variegato mercato che coinvolgerà due delle piazze più belle del centro storico fiorentino (Repubblica e Strozzi) proponendo una selezione di eccellenze enogastronomiche ed artigiane della tradizione toscana e non; “Dolci tentazioni” venerdì 9 novembre, sempre alla casa della Biennale, una kermesse che riunirà dolcezze vinicole, birrarie e gastronomiche; un'appendice realizzata ad hoc del “Florence Wine Event” (sabato 10 e domenica 11 novembre), uno degli eventi vinicoli più rinomati del panorama fiorentino, con focus sulle produzione biologiche del territorio; “Olio che passione” (domenica 18 novembre), con eventi dedicati all'olio novo presso diverse aziende del comprensorio fiorentino (maggiori dettagli sul sito della Biennale).

Con “La Staffetta del Gusto” (domenica 4 novembre) si andrà alla scoperta della storia dei locali fiorentini e dei produttori enogastronomici toscani grazie ad un tour guidato per la città, mentre con l'appuntamento “Firenze tra tavola e storia” (domenica 11 novembre) si potrà partecipare ad un insolito percorso a piedi con tappe presso statue, lapidi e iscrizioni che ricordano personaggi legati alla cultura della buona tavola, accompagnate da letture e aneddoti. Il “Pranzo di Solidarietà” (lunedì 12 novembre), in collaborazione con la Caritas di Firenze, sarà un piccolo omaggio ai senza tetto ai quali sarà dedicato un pranzo speciale. Martedì 6 novembre, invece, sempre alla casa della Biennale, la nuova associazione inVite terrà, in occasione della presentazione del primo corso di formazione per diventare esperti di “vite e di vino” fatto su campo con la docenza di esperti vignaioli, una degustazione delle etichette più rappresentative delle aziende partecipanti a questo progetto.

La Biennale si concluderà domenica 18 novembre con l'appuntamento Firenze nel piatto: l'evento sarà un tributo ad alcuni prodotti tipici della tradizione fiorentina, con chef che proporranno al pubblico partecipante un piatto realizzato con gli ingredienti protagonisti. Le preparazioni saranno giudicati da una giuria di giornalisti enogastronomici ed esperti. Nel corso dell’appuntamento si svolgerà la consegna ai ristoratori che hanno preso parte alla Biennale di una targa ricordo da parte dei rappresentanti degli enti organizzatori.

Un calendario assolutamente ricco ed eterogeneo, che farà di Firenze un imperdibile punto di incontro dedicato ai sapori ed ai saperi enogastronomici.

Redazione Nove da Firenze