sabato 01 novembre 2014

Artigianato e Palazzo giunge alla XVIII edizione

Nello splendido giardino Corsini, in mostra una nuova selezione di oltre 80 maestri artigiani, di cui circa 40 presenti per la prima volta, proveniente dall'Italia e dall'estero

MOSTRA — Questa mattina sotto la Loggia del Buontalenti di Palazzo Corsini è stata presentata la XVIII edizione di ARTIGIANATO E PALAZZO che si terrà da domani fino a domenica 13 maggio nel seicentesco Giardino Corsini.

Oltre agli organizzatori, la Principessa Giorgiana Corsini e Neri Torrigiani, sono intervenuti: Ugo Bargagli Stoffi, dirigente di Ente Cassa di Risparmio di Firenze, Maria Pilar Lebole, coordinamento e redazione OmA, Osservatorio dei Mestieri d'Arte, Giuseppe Grevi, Presidente del Consorzio del Cappello di Firenze, Roberto Lunardi, Direttore Museo della Paglia e dell'Intreccio di Signa, Eugenio Alphandery, Direttore dell'Officina profumo-farmaceutica di Santa Maria Novella, che, nonostante i numerosi impegni per i festeggiamenti dei 400 anni di attività del brand, ha riservato un po' del suo tempo ad ARTIGIANATO E PALAZZO.

Da domani tornano protagonisti gli artigiani che, ricreando un angolo delle loro botteghe, eseguono dimostrazioni dal vivo delle loro capacità manuali nel realizzare prodotti di qualità, a conferma che la fattura e la cura del dettaglio rappresentano la differenza sostanziale tra il “fatto a mano” e il pezzo “unico” e la produzione seriale.

Tra le nuove presenze di quest'anno: le stufe in maiolica di Antica dimora dell'arte che in Friuli unisce arte, funzionalità, design, e benessere; le creazioni di Roberto Bottaini che prosegue l'antica lavorazione di vimini e paglia adoperando materiali raccolti personalmente nelle campagne toscane; Hosoda Kiyoko che propone gioielli in cui fonde l'antica tradizione giapponese con le tipiche caratteristiche dell'oreficeria fiorentina; le raffinate pitture su seta realizzate da Elizabeth Orchard e della pittrice bolognese Mara Guerrini; Comad piccola azienda artigiana specializzata nella lavorazione della pietra serena mediante le tecniche dell'antico mestiere dello scalpellino.
Lo stand della ditta Nannini di Siena ospiterà sabato e domenica l'ex pilota di formula uno Alessandro Nannini, fratello della cantante Gianna Nannini, che da alcuni anni dirige l'azienda dolciaria di famiglia.

Tra gli artigiani già noti al pubblico di ARTIGIANATO E PALAZZO: due dei partecipanti più fedeli alla manifestazione, la bottega orafa Penko e la Moleria Locchi; il tornitore di penne Maurizio Mechini che utilizza legni pregiati e profumati per le sue creazioni; Alessio Sorrentino da Torre del Greco con i suoi splendidi gioielli realizzati con il corallo; la scuola di oreficeria Le Arti Orafe, al cui banco di lavoro si alterneranno gli allievi per dimostrazioni di lavoro in cesello, modellazione delle cere, incisione, incassatura, disegno, lavorazione di filo d’argento con la tecnica dell’uncinetto; le installazioni floreali realizzate a mano da Emy Petrini; Saskia che produce scarpe su misura personalizzate; le originali trottole di Mauby & Wood; il maestro ceramista Romano Pampaloni che anima i laboratori artigiani della Madonnina del Grappa.

Protagonista della “Mostra Principe” nella Limonaia Piccola - ambiente che ha ospitato negli anni grandi marchi di successo con il denominatore comune di aver iniziato come piccole realtà artigiane, quali Gucci, Vacheron Costantin, Il Bisonte, Bulgari, Ente Tabacchi Italiano, Roberto Capucci, Loretta Caponi e molti altri - è l'Officina Profumo-Farmaceutica di Santa Maria Novella. Lo storico brand fiorentino, presente in tutto il mondo con 55 negozi monomarca di cui 15 solo tra Giappone e Corea, ha scelto di chiudere i festeggiamenti per i 400 anni della sua ininterrotta attività con una mostra che sarà visibile nel corso dei tre giorni della manifestazione.

Altro ospite di eccezione è il Consorzio “Il Cappello di Firenze”, con una installazione sotto la cinquecentesca Loggia del Buontalenti di Giardino Corsini di pezzi unici realizzati a mano appositamente per questa occasione, secondo la tradizione della lavorazione del cappello con materie prime quali paglia, feltro, seta e raso. Il ricavato delle vendite sarà destinato al Museo della Paglia e dell’Intreccio Domenico Michelacci di Signa, istituzione volta a valorizzare una lavorazione tipica del territorio. Aziende partecipanti: Alessandra Bacci, Angiolo Frasconi, Raffaello Bettini, Facopel, Grevi Mode, Corti srl, Marzi, Luigi e Piero Tesi, Soprattutto Cappelli, Trendintex srl.

L'Associazione OmA, Osservatorio dei Mestieri d'Arte è presente anche quest'anno con molteplici iniziative: la partecipazione di una decina di artigiani, provenienti dai territori delle Fondazioni Bancarie aderenti all'Associazione riuniti nell'Orto delle Monache dove si potranno ammirare le lavorazioni tipiche dei territori coinvolti; la mostra fotografica OmA Ventiquaranta di Juri Ciani in cui sono esposti i volti di giovani artigiani che si stanno cimentando nella difficile arte di coniugare le antiche conoscenze del saper


fare con le nuove tecnologie; le studentesse dello Smith College nell'ambito del progetto Let's Work Artisans! Learning through experience, giunto alla sua seconda edizione, terranno delle visite guidate gratuite negli stand degli artigiani; infine per i piccoli, nell'androne di Palazzo Corsini si terranno i laboratori creativi di Artigiani in Famiglia, organizzati dal Museo Horne questa volta in collaborazione con l'Officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella, per una esperienza olfattiva e manuale.

Al termine della manifestazione verrà consegnato come sempre il “Premio Perseo” l’ambito riconoscimento che la Banca CR Firenze attribuisce all’artigiano più votato dal pubblico e, novità di quest’anno, il “Premio del Comitato Promotore” allo stand più bello della Mostra.

Altra novità di questa edizione: sul nuovo portale di e-commerce “shop.artigianatoepalazzo.it”, realizzato in collaborazione con Retalco srl, si potranno trovare tutto l'anno alcune tra le figure più interessanti dell’artigianato italiano che hanno partecipato ad ARTIGIANATO E PALAZZO nel corso di questi 18 anni.


Come sempre l'Associazione Città Nascosta terrà delle visite guidate del Giardino in orari prestabiliti e il ristorante Sotto i Tigli offrirà prelibatezze toscane nel corso della manifestazione.

Giorgiana Corsini e Neri Torrigiani da diciotto anni organizzano e promuovono ARTIGIANATO E PALAZZO, una mostra di maestri artigiani che, ricreando nel giardino Corsini un angolo delle loro botteghe, danno al visitatore l'opportunità di comprendere come realizzano manualmente i loro preziosi manufatti: “Qualcuno dice che insegnare la manualità è più difficile che impararla, perché molta dell'arte non si spiega a parole ma si ruba con gli occhi”.


ARTIGIANATO E PALAZZO
Comitato Promotore Internazionale: Barbara Berlingeri, Fausto Calderai, Fabrizia Caracciolo, Adalberto Cremonese, Michel de Grèce, Maria de’ Peverelli, Mario d’Urso, Giovanna Folonari, Bona Frescobaldi, Anna Gastel, Mario Augusto Lolli Ghetti, Raffaello Napoleone, Carlo Orsi, Alvar Gonzales Palacios, Giovanni Pratesi, Nicolo Sella, Luigi Settembrini, James Stourton, Simone Todorow, Christian Witt-Dörring.

ARTIGIANATO E PALAZZO
Giardino Corsini
Via della Scala, 115
Firenze


Venerdì 11, sabato 12 e domenica 13 maggio 2012
Orario continuato 10 / 20,30
Ingresso 8,00 euro, 6,00 euro ridotti, gratuito fino a 12 anni
Catalogo gratuito

Per informazioni sulla mostra:
Tel. +39 055 2654589

Redazione Nove da Firenze