venerdì 21 novembre 2014

Giulia Pisani dalla Toscana per il triplete nel volley

Per la serie Sport & Moda la centrale della Yamamay campione d'Italia risponde alle nostre domande

SPORT & MODA — Quando Nove da Firenze si presentò al PalaYamamay di Busto Arsizio il periodo era quello del campionato. In questi mesi tanti avvenimenti sono accaduti dentro le mura di quel palazzetto.
Giulia Pisani, centrale, nativa di Ponte a Serchio in provincia di Pisa, quest’anno ha militato nella squadra di Serie A1 di Busto Arsizio. Ha già vinto la Coppa Italia e la Coppa Cev e, nei giorni seguenti alla nostra intervista, ha effettuato il “triplete” calcistico vincendo anche il campionato italiano.

A Giulia abbiamo chiesto come ha iniziato la sua carriera pallavolistica: “Per caso come quasi tutti. Ho provato tanti sport prima di arrivare al volley. Infatti sono arrivata alla pallavolo a 12 anni e solo per fare una prova”. Per fortuna suo nonno la portò in quella palestra, perché lì ha iniziato una nostra stella. E come sempre le cose accadono perché devono accadere, continua Giulia “Durante un campionato under 16 un allenatore mi portò alla selezione regionale.” I suoi occhi si riempiono di gratitudine mentre lo ricorda. “A 17 anni sono partita da casa per Roma con il Club Italia. Frequentavo la quarta superiore ma il distacco non è stato troppo traumatico perché ero con tante ragazze nella mia stessa situazione e ci aiutavamo a vicenda.”

Ma le famiglie di questi atleti cosa dicono? Chiediamo. “La mia famiglia mi è stata sempre vicina, mi hanno appoggiato nelle decisioni e mai sono intervenuti spingendomi in qualcosa che non volevo. Quanto è bello sentirsi al telefono con loro”. La Pisani ci guarda, quasi sottovoce come per non farlo sapere, ci dice “Ogni volta che c’è a vedere una partita, appena finisce il match, il primo sguardo è per mio babbo!”. Ci crediamo Giulia.

Nella sua esperienza a Busto Giulia ha condiviso la camera con Silvia Lotti (vedi articolo). Ci parla con gioia di questa amicizia, come di quelle con le altre compagne di squadra, attuale e passate. Ma come si potrebbe non fare amicizia con lei? In tutto il tempo che è stata con noi, non ha mai smesso di sorridere, di essere allegra e solare. Nella sua breve esperienza Giulia ha già vinto un mondiale ed un europeo con la Juniores, e nel frattempo anche lo scudetto!

Che fare in futuro? La centrale toscana ci pensa solo un po’ e poi esplode in una “massima”: “Non lo so. Vivo quasi giorno per giorno assaporando le emozioni che mi offrono. Anche se spero che la pallavolo rimanga la mia vita, il mio lavoro per tanto tempo. Magari anche dopo la carriera da giocatrice.”



Della sua esperienza da modella Giulia non ha dubbi: “Oggi è una giornata speciale, mi sono divertita tanto ed è stata una esperienza fantastica. Prima con il trucco e parrucco sotto le abili mani della make up artist e poi consigliata dal fotografo che mi ha aiutata nei momenti difficili. Grazie a tutti voi per questa giornata”.

Ma dentro il palazzetto di Busto cominciano ad arrivare le compagne di squadra per l’allenamento pomeridiano. Giulia ci deve lasciare e quasi di corsa le chiediamo il suo sogno. Sicura lei si volta e ci dice “la Nazionale”!
Era gennaio quando ne parlavamo ed è notizia di pochi giorni fa che il coach della nazionale italiana Barbolini l’ha chiamata a far parte delle atlete per gli impegni da aprile a luglio prossimo.

Grande Giulia!

Tutte le fotografie sono state scattate dal nostro fotografo Filippo Tomasi

Si ringraziano:

Enzo Barbaro Team Manager della Yamamay Busto Arsizio Volley
Angela Corsani e Riccardo Tan per aver fornito gli abiti del servizio
Consuelo Cardella (Make Up e HairStyle)
Paola Lanzini (Assistente)

Redazione Nove da Firenze