giovedì 18 dicembre 2014

Odeon: la XX edizione del Premio Nice Città di Firenze

La serata conclude la rassegna 50 giorni di Cinema Internazionale

FILM — Ad aggiudicarsi il decimo, prestigioso, Premio N.I.C.E. Città di Firenze è il giovanissimo regista romano Edoardo Leo (classe '72) che con il suo lungometraggio d'esordio, 18 anni dopo, è risultato il più votato dal pubblico americano delle edizioni NICE di San Francisco e Seattle. Il riconoscimento verrà consegnato questa sera durante la serata di premiazione.

“Una vittoria meritatissima”, ha commentato l’indomani dello spoglio delle cartoline-voto la direttrice Viviana Del Bianco, “e il fatto che si tratti di un verdetto popolare, di valore internazionale, la rende ancora più significativa”.

Il riconoscimento di migliore attore va ad Alessandro Sperduti, il giovane Gabriele nell’opera di Luis Prieto, “Meno male che ci sei” A Ksenia Rappoport (già Coppa Volpi al Festival di Venezia 2009) va invece il premio come miglior attrice per il film “ La Doppia Ora” di Giuseppe Capotondi. Entrambi gli attori potranno fruire di una borsa di studio per una full immersion col metodo Susan Batson presso la Black Nexxus, Inc. a New York.

Un traguardo importante sia per Leo che per il Festival fiorentino che torna sul palco del cinema Odeon per festeggiare insieme ai vincitori della tournée NICE-USA 2010 e consegnare loro il Premio N.I.C.E. -Città di Firenze, il riconoscimento nato in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune. La serata, che conclude i 50 giorni di cinema internazionale a Firenze promossi dalla FST Mediateca Toscana Film Commission, è dunque la tappa finale di un concorso che ha toccato San Francisco e Seattle con i rispettivi partner San Francisco Film Society e Seattle International Film. Ha inoltre contributo al successo dell’edizione americana uno start up degno delle migliori kermesse, con Fabio Volo e Nina Di Majo - rispettivamente attore e regista di Matrimoni e altri disastri – a tenere a battesimo la open night del ventennale lo scorso 15 novembre nello storico Tribeca Cinema di New York.

La serata, presentata da Bettina Giovannini, nota attrice di cinema e televisione, si aprirà con una sfilata organizzata dall' Istituto Cellini Tornabuoni – sezione Moda. Gli studenti della scuola superiore fiorentina indosseranno i 14 abiti disegnati e realizzati appositamente per l’occasione. Sarà presente la Preside dell’Istituto Tornabuoni, Maria Giuseppina Delle Rose. Partecipano inoltre all’evento varie personalità del mondo dello spettacolo che, nell’arco di questo ventennio, hanno legato il proprio nome al Festival fiorentino. Cecilia Dazzi, Mimmo Calopresti, Marco Risi, Claudio Cupellini, sono solo alcuni dei 36 ospiti attesi per domani nella sala del cinema Odeon. Questa notte di premi dedicati alla settima arte arriva a sigillo di un verdetto popolare, quello del pubblico americano che ha decretato “18 anni dopo “quale miglior film italiano tra i sette in competizione ( “La doppia ora “di Giuseppe Capotondi, “Meno male che ci sei “di Luis Prieto, “Alza la testa” di Alessandro Angelini, “Matrimoni e altri disastri” di Nina Di Majo, “Dieci inverni” di Valerio Mieli, “Scontro di Civiltà per un ascensore in Piazza Vittorio” di Isotta Toso, “18 anni dopo” di Edoardo Leo). Per la prima volta nella storia di N.I.C.E. la targa AGIS verrà assegnata anche ad Intramovies e a RaiTrade, come migliori collaboratori del N.I.C.E. per la distribuzione dei film italiani all’estero, e al cortometraggio” I sandali di Said” realizzato dagli alunni della Scuola Primaria di Comano (Massa Carrara) presentato da Firenze Festival.

Vince infine, unitamente alla Targa AGIS, il Premio KODAK per il miglior cortometraggio 2010 il film diretto da Massimo Cappelli intitolato “41”, scelto tra le varie proposte pervenute quest’anno presso la sede del Festival. Il corto è risultato migliore secondo una giuria composta dagli studenti dell’Istituto Cellini Tornabuoni e della Casa Italiana Zerilli Marimò – New York University, coordinati da Daniela Pepi, responsabile della selezione.

Cappelli riceverà dalla Kodak una pellicola per un valore di 1.500 euro per produrre un film della durata massima di dieci minuti . La designer Angela Caputi, creatrice dei prestigiosi bijoux Giuggiù, da sempre sostenitrice del N.I.C.E., farà dono di alcune sue creazioni alle attrici presenti alla consegna dei premi.

Continua la collaborazione con Telethon che da anni sostiene la ricerca scientifica nel campo delle malattie genetiche. L’ente no-profit avrà nel gala un’ulteriore occasione per raccogliere fondi per attuare i propri progetti. Il pubblico infatti potrà contribuire mandando con sms al numero 45505 una donazione di 2 Euro oppure chiamando da telefono fisso lo stesso numero.

Alessandro Lazzeri

Redazione Nove da Firenze