Cavalli a Firenze: incidente in via Toselli

A seguito di un episodio di imbizzarrimento di qualche giorno fa, presentata un'interrogazione in Palazzo Vecchio da parte dei Verdi: "inaccettabili le condizioni in cui versano i cavalli che trainano le carrozze"


E' stato segnalato da alcuni cittadini un episodio di imbizzarrimento di un cavallo, avvenuto nei giorni scorsi in Via Toselli. L'animale, evidentemente stremato, è finito sul marciapiede ferendosi, ed i cittadini raccontano che il fiaccheraio, anzichè consentire i soccorsi veterinari, lo ha forzato a rialzarsi e a proseguire, incurante delle ferite riportate dal povero animale.

Su questa tematica, è stata presentata dal Consigliere Tommaso Grassi un'interrogazione alla Giunta Comunale. "I cavalli che trainano le carrozze per Firenze sono sottoposti a vera e propria tortura, peggiorata, in questi mesi, dal caldo torrido, a cui gli animali sono esposti sia quando sono in movimento, sia anche e soprattutto quando sono fermi in Piazza Duomo, senza un'abbeveratoio, nè una tettoia per avere un po' d'ombra e un minimo di sollievo" - lo dichiarano i Consiglieri Comunale e Regionale dei Verdi Tommaso Grassi e Mauro Romanelli. "Questo episodio getta a nostro parere luce su una realtà più generale di maltrattamento e sofferenza, che genera dolore per gli animali e pericolo per i pedoni, i ciclisti, persino le autovetture, e ci convince dunque a richiedere al Comune e alle strutture di competenza di attuare una vigilanza e una regolamentazione più stringente. In generale, infatti, anche nei mesi non estivi, questi animali sono comunque costretti a trainare carrozze molto pesanti, a trottare su strade sconnesse, dove si rovinano gli zoccoli e le caviglie, e per di più devono persino subire le frustate a piena discrezione del conducente, grazie a regolamenti permissivi anche su questo piano"

Redazione Nove da Firenze