Firenze, drappo verde su Palazzo Vecchio

A un anno dai sanguinosi scontri che opposero il regime e i cittadini e gli studenti riuniti nel movimento dell’Onda verde all’indomani delle contestate elezioni presidenziali, l’amministrazione fiorentina non vuole dimenticare.


ONDA VERED IRAN — Torna a sventolare da Palazzo Vecchio il drappo verde simbolo della rivolta iraniana contro Ahmadinejad: a un anno dai sanguinosi scontri che opposero il regime e i cittadini e gli studenti riuniti nel movimento dell’Onda verde all’indomani delle contestate elezioni presidenziali, l’amministrazione non vuole dimenticare e sceglie di sensibilizzare l’opinione pubblica con una serie di iniziative.

La prima, appunto, è il drappo verde, posto sul terrazzo del Palazzo che dà su piazza della Signoria insieme alle bandiere fiorentina, italiana ed europea. Poi sarà illuminato, sempre di verde, un monumento: l’anno scorso fu scelto il David di Michelangelo, a giugno, mentre per Capodanno fu il Biancone, la statua del Nettuno dell’Ammannati in piazza della Signoria a tingersi di verde. Il 20 giugno, primo anniversario della morte di Neda, la ragazza diventata il simbolo della resistenza iraniana, sarà infine presentato un volume di un autore iraniano. (edl)

Redazione Nove da Firenze