Auto senza assicurazione: controlli mirati della Polizia Municipale

Da inizio anno sequestrati già 24 veicoli. Preziose le segnalazioni dei cittadini ai security point. Stipula l’assicurazione per l’auto on line ma viene truffato da falso broker


Venticinque veicoli sequestrati da inizio anno che si aggiungono ai 18 di dicembre. È questo il bilancio dei controlli mirati effettuati dagli agenti del Reparto di Rifredi. Nel mirino il rispetto dell’obbligo di copertura assicurativa. Sono stati i cittadini a segnalare ai security point la presenza di veicoli in sosta senza assicurazione e gli interventi non si sono fatti attendere. Gli agenti durante le normali attività sul territorio del Quartiere 5 hanno effettuato verifiche specifiche sui veicoli in transito e sosta. A dicembre sono stati “beccati”18 veicoli (10 in transito e 8 in sosta) e da inizio anno i mezzi individuati sono 24 (10 in transito e 14 in sosta). Per questa violazione è prevista una multa da 849 euro e il sequestro ai fini della confisca.

Pensava di essere in regola con l’assicurazione dell’auto, invece era rimasto vittima di una truffa on line. L’inghippo è emerso mercoledì durante un controllo effettuato dalla Polizia Municipale con lo scout speed. L’apparecchiatura, oltre che per sanzionare le soste irregolari e il superamento dei limiti di velocità, può individuare i veicoli non in regola con l’assicurazione e la revisione statale grazie al collegamento con la banca dati della Motorizzazione Civile. E stamani il dispositivo ha segnalato agli agenti impegnati in un posto di controllo l’auto di un quarantenne pratese per mancanza di copertura assicurativa. Immediato lo stop e la richiesta di mostrare i documenti. Il conducente, oltre alla patente ed al libretto di circolazione, ha tranquillamente fornito agli agenti anche un certificato assicurativo di una nota compagnia stampato da un messaggio di posta elettronica. Gli agenti hanno quindi contattato il numero antifrode della compagnia assicurativa ma l’operatore ha confermato l’inesistenza di una loro polizza su quel veicolo. Il quarantenne a quel punto ha realizzato di essere incappato in una vera e propria truffa e, anche se a suo carico è scattata la sanzione prevista, ha ringraziato gli agenti per aver scoperto il raggiro di cui era stato vittima. Purtroppo le fabbriche di assicurazioni contraffatte sono in continuo aumento e le truffe come queste sono sempre più frequenti. Per questo la Polizia Municipale invita gli automobilisti che decidono di acquistare una polizza assicurativa on line ad accertarsi della autenticità del prodotto. 

Redazione Nove da Firenze