Ataf, tre depositi da vendere: prorogata scadenza delle offerte

L'opposizione ha chiesto in Consiglio comunale il numero delle offerte arrivate sino ad oggi


Prorogati i tempi per le offerte per i tre depositi Ataf. E' scorretto sopperire ai problemi dovuti a scelte politiche con un rinvio del termine. Lo abbiamo sempre detto che era un'operazione sbagliata” così Tommaso Grassi, capogruppo di Firenze riparte a sinistra, commenta la vicenda.
E incalza: “Oggi abbiamo chiesto quante offerte erano giunte, visto che il termine era proprio per il 16 ottobre alle 13. Sapevamo della proroga, che era stata annunciata con due righe, ma volevamo sentirla affermare in aula”.

“Gli errori si pagano – continua Grassi – e ha fatto male l'amministratore a rinviare i termini per la presentazione delle offerte. Perché se ci fosse stato l'interesse di un soggetto, in questo modo si favorisce solo chi ancora non era ancora pronto a presentare una offerta”.
“Le scadenze le hanno scelte gli stessi che oggi rinviano – conclude il capogruppo - e speriamo solo che non ci sia qualcuno da favorire. Siamo comunque contenti che gli immobili non siano stati venduti e continuiamo a chiedere che si ritiri la procedura, certo l'assenza di offerte avrebbe confermato la nostra tesi”. 

Redazione Nove da Firenze