Ataf: in arrivo turni di riserva, ma deviazione per 6-14-23-31-32

Il sindacato chiede la discussione organica del servizio con attenzione ai nodi cruciali del traffico urbano


Nell'incontro odierno con tutte le OO.SS. il Comune di Firenze ha confermato fino al 31 dicembre le ulteriori risorse economiche a sostegno del servizio di Ataf; risorse che dal 1° ottobre si concretizzeranno in 10 turni giornalieri di riserva (5 al mattino, 5 al pomeriggio) pronti a sopperire alle situazioni di crisi del servizio. Le eventuali risorse per il 2017 saranno discusse in sede di approvazione del bilancio preventivo del Comune.

 Il Segretario Aziendale FIT-CISL, Gianluca Mannucci dichiara "Come FIT-CISL riteniamo le riserve fondamentali, soprattutto nei momenti di difficoltà della circolazione, tramite l’effettuazione di corse straordinarie sulle linee in crisi e andando ad ammortizzare il numero di mancati cambi per i ritardi accumulati. Il problema è che una maggiore regolarità di servizio si può ottenere solo coadiuvando il lavoro delle riserve con altri provvedimenti a tutela dei bus. In particolare andando a proteggere alcuni nodi cruciali del traffico e studiando forme di servizio meno rigide delle attuali, troppo legate a orari programmati sulla carta ma difficilmente rispettabili nella realtà. I risultati dell’utilizzo delle riserve saranno verificati in un incontro già programmato a dicembre. Nel frattempo però è prevista la chiusura di via della Colonna, un’altra importante direttrice per il 6-14-23-31-32, per il rifacimento del manto stradale. Per questa FIT-CISL se non ci sarà una totale sinergia tra le parti e un pronto adeguamento del servizio programmato alle modifiche viarie, quindi alle condizioni reali, si rischiano ancora fortissimi disagi all’utenza, nonostante la buona iniziativa delle riserve".

Redazione Nove da Firenze