Rubrica — In cucina

Artimino festeggia i 300 anni del Carmignano Docg

Nella Villa dei Cento Camini, da domenica 25 settembre iniziano i festeggiamenti con 1716 magnum limited edition del Carmignano 2012


Tutto è iniziato il 24 settembre 1716 con il bando del Granduca Cosimo III dei Medici “Sopra la Dichiarazione dé Confini delle quattro Regioni Chianti, Pomino, Carmignano e Val d’Arno di Sopra”, per proteggere e valorizzare i vini migliori, attraverso una serie di rigorose disposizioni. Seguì la nascita di una Congregazione per controllare e regolamentare la vendita del vino considerato ormai una specialità.

I trecento anni trascorsi saranno ricordati con una serie di eventi presso la “Ferdinanda”, la villa patrimonio dell’Unesco, situata ad Artimino fra le colline del Montalbano, progettata dall’architetto Bernardo Buontalenti, nel 1596.

I festeggiamenti avranno luogo domenica 25 settembre con la presentazione dell’etichetta ideata, per occasione dell’anniversario, dall’artista olandese Wessel Huisman, selezionato da Artimino Contemporanea e da Florence Biennale, per le 1716 magnum del Carmignano 2012, edizione limitata.

Il pomeriggio proseguirà con un’asta di beneficienza delle prime dieci bottiglie e del dipinto originale dell’etichetta di Wessel Huisman in favore di OENS – Osteopatia e Neuroscienze per finanziare l’acquisto di un endoscopio destinato all’ospedale pediatrico Meyer di Firenze.

Il 25, 30 settembre e domenica 2 ottobre 2016 la villa sarà il palcoscenico della prima piece teatrale L’eredità dei Medici messa in scena da The Medici Dynasty Show, dove il personaggio diGian Gastone de’ Medici narra la storia della nobile casata fiorentina.

Dopo un cocktail di benvenuto, l'evento prosegue con visite guidate alla villa, intrattenimento musicale e apericena nelle Cantine Granducali o cena al ristorante Biagio Pignatta, su prenotazione, con menù ispirato alla sagra medicea. 

Costi, info e prenotazioni:

eventi@artimino.com

055.8751426 

Redazione Nove da Firenze