Artigiano del futuro: pizze, piercing, tatuaggi e pelletteria

Corsi di formazione riconosciuti con apposite qualifiche dalla Regione Toscana


Si chiama “Educazione artigiana” ed è il ciclo di appuntamenti formativi che Confartis, l’agenzia formativa di Confartigianato, ha calendarizzato per la seconda parte del 2017. Corsi per gli imprenditori, per i loro dipendenti (sia per quelli che devono essere inseriti in azienda, sia per il personale già in forze nell’impresa), per chi vuol iniziare un’attività imprenditoriale e per riqualificare e ricollocare la manodopera espulsa dal mercato del lavoro.

“Il futuro degli imprenditori di tutti i settori dipende dalla loro capacità di aggiornarsi, apprendere nuove competenze, stare al passo con le continue trasformazioni del mercato. Formazione è sempre più la parola-chiave per il successo delle aziende, nonché una modalità di proporre occasioni di occupazione, ribadendo la centralità dell’artigianato nella realtà produttiva fiorentina e toscana. Ne siamo così convinti che ne abbiamo fatto una delle attività di punta dei nostri servizi” commenta Alessandro Vittorio Sorani, presidente di Confartigianato.

I corsi di Educazione Artigiana, molti dei quali riconosciuti con apposite qualifiche dalla Regione Toscana, prevedono aule ristrette, così da curare nel miglior modo possibile la formazione dei singoli allievi. La gamma dei percorsi è molto ampia: sartoria (12 posti, durata 110 ore, iscrizioni fino al 15 settembre), tatuaggio (8 posti, durata 600 ore, iscrizioni fino al 15 settembre), pelletteria (15 posti, durata 110 ore, iscrizioni fino al 12 settembre ), nuove imprese (25 posti, durata 20 ore, iscrizioni fino al 22 settembre ), piercing (15 posti, 600 ore, iscrizioni fino al 27 settembre), pizzaiolo (10 posti, durata 30 ore, iscrizioni fino al 3 ottobre), ex Rec per la somministrazione di alimenti e bevande (15 posti, durata 90 ore, iscrizioni fino al 12 ottobre), Haccp (15 posti, durata da 4 a 16 ore, iscrizioni fino al 12 ottobre).

Redazione Nove da Firenze