Rubrica — Mostre

Arte: Ottone Rosai 'torna' allo Chalet Fontana

Sabato l'inaugurazione della nuova stagione del giardino


Il maestro Ottone Rosai 'torna' allo Chalet Fontana a Firenze, in via di San Leonardo, proprio lì dove trovò l’ispirazione per due dei soggetti più importanti delle sue opere: La via di San Leonardo e i Giocatori di carte. Lo Chalet Fontana ha infatti deciso di acquisire due disegni del maestro fiorentino per celebrare il legame tra il luogo e l’artista, quella stessa strada costeggiata da cipressi e da antiche ville, sede, al numero 49, della casa studio del maestro Rosai. Sempre allo Chalet Fontana, Rosai trasse ispirazione per un altro suo famoso quadro, 'I Giocatori di carte', opera che rimarca bene la sua attenzione per la quotidianità delle persone semplici che vivevano la Firenze popolare degli anni Trenta. Ad accompagnare Rosai in questa virtuale passeggiata allo Chalet Fontana, un artista contemporaneo, Pino Deodato. Lo scultore conosciuto per le sue terracotte policrome è stato invece selezionato per la necessaria connessione tra arte, cibo e natura. Infatti scendendo le scale dello storico locale fiorentino inizia la grande istallazione “Apparizione Deodatea”. quest’ultima opera che occupa ben tre pareti e’ stata installata come una costellazione, dove al centro si trova il pane con sopra seduta una piccola figura . Intorno a questa roteano pezzetti di pane e altrettante figure. L’opera è stata presentata nel 2015 alla fondazione Arnaldo Pomodoro per Expo 2015 e ora acquisita dallo chalet fontana. Sopra il camino, sempre nel ristorante adiacente al giardino si trovano ancora due terracotte di Deodato : “concerto di lucciole”. "Abbiamo deciso di rendere omaggio a chi ha contribuito a rendere 'storico' questo luogo - spiega la titolare Antonella Giachetti - e non potevamo non destinare una parte della sala ristorante al maestro Rosai che qui ha trascorso giornate interminabili a trovare nuove ispirazioni per i suoi capolavori. Siamo orgogliosi di poter accogliere i nostri ospiti raccontando un frammento della sua storia."

L'ettaro e mezzo di verde dello storico locale fiorentino riapre al pubblico con le sue attività. Sabato 8 aprile infatti, dalle 11.30, dopo il successo registrato lo scorso autunno, inaugura il vivaio 'Il Calicanto'. Piante particolari, una linea biologica di aromi per cucina e fiori commestibili, piante da orto e piccoli ‘orti viaggianti’, rampicanti, alberi da frutto, rose e arbusti. Sono alcuni dei prodotti che saranno messi in vendita dal martedì alla domenica dalle 10:30 alle 23:00 oltre a servizi di consulenza, progettazione e cura degli spazi verdi, dalla terrazza al parco, sensibilizzando ad una politica di giardinaggio 'sostenibile'. Alcuni dei prodotti diventeranno inoltre l'allestimento vero e proprio del bistrot dello Chalet Fontana e saranno acquistabili direttamente alla cassa trasformando così lo storico locale fiorentino in un vero e proprio fioraio a richiestaInsieme al vivaio riprende anche l'attività dell'orto bioattivo Noa Food, il progetto promosso dall'azienda agricola 'Lo Stento sul Viale dei Colli”, che consiste nella coltivazione di prodotti, in vendita al pubblico, attraverso un metodo studiato dall'Università di Pisa basato sull'utilizzo di terre vulcaniche che garantiscono l'aumento delle qualità organolettiche dei prodotti coltivati.

Redazione Nove da Firenze