Rubrica — Agroalimentare

Amiata, la Toscana lancia un progetto di rinascita

Un progetto di promozione integrata, che coinvolge tre assessorati regionali,


 Obiettivo, valorizzare il territorio dell'Amiata spaziando nei settori del turismo, dell'agroalimentare, della cultura e dell'artigianato. La presentazione del progetto sarà il cuore della giornata di confronto che Regione Toscana e Toscana Promozione Turistica, in collaborazione con le Unioni dei Comuni Amiata Val d'Orcia e dei Comuni Montani Amiata Grossetana, hanno organizzato per venerdì prossimo, 28 luglio, a partire dalle ore 11 presso la Videoteca comunale di Abbadia San Salvatore (SI).

"Un'area così complessa e variegata – spiega l'assessore alle attività produttive e al turismo Stefano Ciuoffo – ha assolutamente necessità di individuare un piano di promozione integrata per non disperdere le forze e ottenere risultati duraturi. Per questo occorre un intervento su più ambiti per rispondere alle varie esigenze del territorio sotto i vari aspetti. Lo sviluppo di questa parte della Toscana deve avvenire mettendo in rete e unendo le competenze di istituzioni, operatori e associazioni di categoria, una modalità che può consentire all'Amiata di rendersi competitiva e di sfruttare le enormi potenzialità che possiede".

Durante la sessione mattutina l'assessore al turismo e alle attività produttive Stefano Ciuoffo, accompagnato dai direttori dei tre assessorati competenti Albino Caporale (Attività Produttive), Roberto Ferrari (Cultura e Ricerca) e Roberto Scalacci (Agricoltura e sviluppo rurale), ed il direttore di Toscana Promozione Turistica Alberto Peruzzini discuteranno il progetto con i sindaci dei comuni interessati (Abbadia San Salvatore, Castiglione d'Orcia, Piancastagnaio, Radicofani, San Quirico d'Orcia, Arcidosso, Castel del Piano, Castell'Azzara, Roccalbegna, Santa Fiora e Seggiano) in un incontro riservato a sindaci ed assessori. Nel pomeriggio, a partire dalle 14.30, l'incontro proseguirà con gli operatori e le associazioni di categoria del territorio. La conclusione è prevista intorno alle ore 16.

Redazione Nove da Firenze