Allerta ghiaccio: fino a domenica rischio idrogeologico per pioggia

L'allerta per rischio idrogeologico idraulico, legata alla pioggia riguarda soprattutto i torrenti Ema, Mugnone e Terzolle. Gelo nel Chianti. Treni fermi nella notte, l'assessore chiede lo sconto per i pendolari. A Vaiano Intercity bloccato per ore: tè e pizza del circolo per i viaggiatori in attesa


FOTOGRAFIE — Pioggia per quasi tutta la giornata di domani sull'intera regione e abbassamento delle temperature atteso per la serata di oggi, con locali episodi di gelicidio in Lunigiana e Alto Mugello. La Sala operativa della protezione civile regionale ha emesso un codice giallo per pioggia dalla mezzanotte di oggi, venerdì, fino alla mezzanotte di domani, sabato. Inoltre è stato emesso un codice giallo per ghiaccio a partire dalle 22 di stasera fino alle 13 di domani per tutta l'area centro settentrionale della Toscana.

Prosegue dunque l'allerta per rischio idrogeologico idraulico, legata alla pioggia. E, questa sera, scatta nuovamente quella per rischio ghiaccio. La zona interessata riguarda, oltre la nostra città, anche i Comuni di Bagno a Ripoli, Fiesole, Greve in Chianti, Impruneta, Lastra a Signa, Pontassieve, San Casciano in Val di Pesa, Scandicci e Tavarnelle Val di Pesa. In particolare l'allerta gialla per rischio ghiaccio scatterà alle 22 e si concluderà alle 13 di domani, sabato 3 marzo. Proseguirà fino alla mezzanotte di domenica, 4 marzo, quella, sempre gialla, per rischio idrogeologico idraulico sul cosiddetto 'reticolo minore' che riguarda soprattutto i torrenti Ema, Mugnone e Terzolle.

Il sindaco di Greve in Chianti Paolo Sottani ha emesso un’ordinanza che stabilisce la chiusura di tutti i cimiteri comunali ad esclusione di quello del capoluogo e di alcuni campi sportivi in condizioni di inagibilità a causa del gelo. Quanto agli impianti sportivi, i campi di Dudda, Ferrone, Strada, San Polo, Panzano e Greve risultano ricoperti di un abbondante strato nevoso che rende inagibile il terreno di gioco. “Le precipitazioni degli ultimi giorni e soprattutto la formazione di ghiaccio - aggiunge il primo cittadino - rendono i campi insicuri e non consentono il corretto svolgimento delle attività sportive”. La chiusura degli impianti sportivi sarà valida fino a quando le cause che hanno comportato lo stato di inagibilità saranno accertate e risolte.

Erano circa 170 i viaggiatori dell’Intercity Milano-Reggio Calabria rimasto bloccato alla stazione di Vaiano ieri sera dalle 19 a mezzanotte e mezzo. Per loro, intorno alle 21, si sono mobilitati il Comune e la Protezione civile e si è attivata la Prefettura, inviando Vigili del fuoco e 118. “Ci siamo trovati davanti a persone preoccupatissime a bordo di un treno che non si sapeva quando sarebbe ripartito – racconta il sindaco Primo Bosi che ha coordinato l’intervento – abbiamo cercato di rassicurare come potevamo e offerto un po’ di ristoro. Il Circolo Rossi ha preparato trenta litri di tè e un adeguato numero di pizze. Anche questo è servito a tirare su il morale. Poi siamo rimasti insieme al personale del treno e ai viaggiatori fino a quando non si è sbloccata la situazione, provocata dalle criticità dello snodo ferroviario fiorentino”. Intanto un servizio di bus d’emergenza aveva consentito almeno ai viaggiatori dell’area pratese di raggiungere la Stazione centrale. Per i sindaci e il personale dei Comuni di Vaiano, Vernio e Cantagallo e dell’Unione, che hanno operato con il supporto prezioso dei volontari, quella appena passata è stata ancora una notte impegnativa. La sala di Protezione civile dei tre Comuni, allestita a Vaiano, è rimasta operativa anche oggi. Si è lavorato ininterrottamente alla pulitura e alla salatura delle strade, mentre nell’Alta Valle si è assistito impotenti al fenomeno del gelicidio che ha colpito boschi e piante. “Fortunatamente avevamo provveduto ad una accurata manutenzione delle piante che si trovano lungo i più importanti tratti stradali e questo ha evitato caduta di rami e interruzioni”, spiega il sindaco Giovanni Morganti. Intanto, nonostante le difficoltà, si è messa al lavoro anche la macchina elettorale. Da oggi pomeriggio è in corso il montaggio dei seggi che nei tre Comuni sono ventidue.

A causa dei problemi di alimentazione della rete ieri, nel pomeriggio e nella sera, alcuni treni sono stati fermati nella stazione di Firenze Santa Maria Novella e altri in quella di Empoli. 150 passeggeri che dovevano andare da Empoli a Firenze nella tarda notte, su attivazione della Protezione civile della Città Metropolitana di Firenze, sono stati poi condotti in città con un treno Diesel dal Gruppo Fs. La Misericordia di Empoli ha offerto generi di conforto ai passeggeri e anche il servizio di trasporto, che si è poi reso non più necessario per l'attivazione di un bus da parte di Ferrovie. Nella serata anche la Fratellanza popolare di Peretola si era attivata con la Protezione civile della Città metropolitana sulla tratta Firenze- Prato-Pistoia: una squadra di volontari si era diretta verso San Donnino, ma il treno che fino allora era rimasto bloccato, era potuto ripartire e l'intervento non è stato più eseguito. "Siamo grati al servizio condotto con grande umanità e professionalità dagli operatori della Misericordia di Empoli e dalla Fratellanza popolare - confermano dalla Città Metropolitana di Firenze e da Fs - che si sono attivati consentendo di risolvere, con la Protezione civile e il Gruppo Fs, una situazione difficile da gestire".

Uno sconto sull'acquisto del prossimo abbonamento ai pendolari che in questi giorni hanno dovuto subire gravi disagi a causa dell'ondata di maltempo. Lo chiede a Trenitalia l'assessore regionale ai trasporti, sottolineando come si sia arrivati già al terzo giorno di gravi disagi per molti utenti delle ferrovie regionali. L'assessore si dice consapevole del fatto che sia stata l'eccezionale ondata di gelo a mettere in ginocchio il trasporto pubblico su rotaia in questi giorni, ma si dice altrettanto certo che un gesto che vada in questa direzione – per quanto Trenitalia non abbia alcun obbligo contrattuale in tale senso – come già fatto per i passeggeri dell'alta velocità, sarebbe particolarmente apprezzato dalle migliaia di cittadini che ogni giorno scelgono il trasporto regionale e che per questo hanno pagato un elevato prezzo in conseguenza della situazione di emergenza creatasi.

Previsione fino alle 24 di domani:

PIOGGIA: oggi, venerdì, e domani, sabato, precipitazioni diffuse su gran parte della regione a tratti anche di moderata intensità. Cumulati medi di 10 mm, fino a 15-20 mm sulle zone di nord-ovest sia oggi che domani. Cumulati massimi fino a 20-30 mm oggi e domani. Quota neve intorno a 1000 metri.
TEMPORALI: nulla da segnalare.
VENTO: oggi, venerdì, vento in rotazione a ovest-nord/ovest dal pomeriggio, temporaneamente forte. Domani, sabato, vento forte di Scirocco in rotazione a Maestrale dal pomeriggio-sera.
MARE: oggi, venerdì, moto ondoso in aumento dal pomeriggio e in serata. Domani, sabato, moto ondoso in attenuazione.
NEVE: oggi, venerdì, nel pomeriggio possibili nevicate in appennino fino a 800 metri di quota. Domani, sabato, nevicate in montagna.
GHIACCIO: oggi, venerdì, locali episodi di gelicidio (pioggia che si congela al suolo) sulla Lunigiana e Alto Mugello. Domani, sabato, nella notte calo delle temperature, con possibilità di locale ghiaccio in collina sulle zone interne.

Redazione Nove da Firenze