Rubrica — In cucina

Alla Stazione Leopolda l'Italian food lifestyle dall'11 al 13 marzo

Tra eventi, show cooking e Fuori Di Taste le eccellenze del gusto e del cibo di qualità


Tutto pronto a Firenze per l’edizione 2017 di Taste, l’evento dedicato alle eccellenze del gusto e del food lifestyle, in programma alla Stazione Leopolda da sabato 11 a lunedì 13 marzo. Tra le 380 imprese protagoniste della kermesse fiorentina ci sarà anche il Caseificio Il Fiorino, che presenterà i suoi migliori formaggi. Il 2017 è un anno importante per l’azienda maremmana, che festeggia i suoi primi 60 anni di attività con una serie di iniziative ed eventi. Il salone cresce nei numeri e negli spazi, con oltre 380 aziende protagoniste, tante novità, progetti e un focus sul caffè e i suoi trend più contemporanei.

Il Nutrimento, azienda specializzata nella lavorazione di ortaggi biologici freschi, preparati e conditi per dare vita ai prodotti della tradizione italiana, e parte del gruppo toscano Probios, prenderà parte per la prima volta al circuito di eventi di Fuori Di Taste con la sua linea di pesti. All’interno del programma Fuori Di Taste, il “fuori salone” di Taste, che ogni anno anima Firenze e i suoi luoghi più celebri con cene, degustazioni, installazioni, spettacoli, performance creative, dibattiti e sempre nuovi modi conviviali di interpretare il food e il gusto, Il Nutrimento organizzerà “Un’altra idea di pesto”: uno show cooking in programma sabato 11 marzo dalle 17.00 alle 20.00 presso la Bottega d'arte Anomisa, in Via Romana 37. Lo chef specializzato in cucina vegan, Gabriele Palloni, rielaborerà alcune ricette tradizionali della cucina italiana e toscana attraverso i pesti de Il Nutrimento di Probios. Lo chef fiorentino porterà in tavola diverse preparazioni vegane come lo sformato di patate e fagiolini con Eco-Pesto Vegetale e trenette croccanti di brisè, i fusilli con crema di fave stufate e granella di pistacchi su Pesto di Canapa e Basilico, la torta al testo con Pesto Rosso, la cotoletta di melanzane in pastella di ceci e altre ancora. Oltre ad assistere allo show cooking e gustare le portate preparate dallo chef, tutti i partecipanti potranno vincere il ricettario “Un’altra idea di pesto”, scattandosi un selfie con un prodotto della linea di pesti Il Nutrimento e inserendo gli hashtag#unaltraideadipesto #ilnutrimento.

Per la prima volta partecipa anche Lumaca Madonita. La 12esima edizione del salone di Pitti Immagine dedicato alle eccellenze del gusto e del lifestyle legato al cibo di qualità si svolge all'interno della Stazione Leopolda di FirenzeLumaca Madonita è una delle oltre 370 aziende, provenienti da tutta Italia, che prendono parte al Taste Tour un viaggio alla scoperta del cibo made in Italy di qualità. Lumaca Madonita propone infatti un assaggio dei suoi prodotti: dalle conserve a base di lumaca alle uova di chiocciola soprannominate "perle delle Madonie", alimento che per il suo inconfondibile sapore di terra, erba e funghi ha vinto il premio nazionale Oscar Green 2013 della Coldiretti e il certificato Eccellenze Italiane. Lumaca Madonita è un'azienda palermitana di Campofelice di Roccella nata nel 2006 da tre giovani imprenditori. E' il più grande allevamento di chiocciole in Italia e ogni anno produce tra le 18 e le 20 tonnellate di chiocciole e ne mette in commercio 150 tonnellate. Di queste quasi il 90% sono destinate al mercato mondiale, arrivando sulle tavole soprattutto francesi e spagnole. La caratteristica fondamentale che contraddistingue Lumaca Madonita è quella di coltivare ortaggi biologici destinati all'alimentazione delle chiocciole restituendo a queste ultime un gusto unico e riportando alla memoria l'antico sapore e le caratteristiche organolettiche alle quali si era abituati in passato.

Esiste una psicologia che studia la scelta dei gusti alimentari così come la preferenza cromatica dei cibi in relazione ad aspetti psicologici della personalità. Siamo quello che mangiamo? Vari studi internazionali e italiani mostrano come si possa capire che tipo di persona abbiamo davanti in base a quanto e a cosa consuma. Martarè, l’esclusiva torta di cioccolato creata da Massimo Zetti e Marta Mezzetti oltre dieci anni fa, in accordo con Elisa Marcheselli psicologa e psicoterapeuta toscana, si presta all’indagine. Dopo l’assaggio e la scelta della vostra Martarè preferita potrete capire qualcosa di più sul vostro carattere. È questa la nuova iniziativa che i vulcanici ideatori della “Torta delle Emozioni”, che anche quest’anno saranno presenti alla manifestazione di Pitti Immagine Taste 2017 allo stand D/82, hanno creato. Gli ingredienti di primissima qualità e gli abbinamenti studiati, sempre dopo mesi e mesi di prove alla ricerca del sapore perfetto, hanno dato vita a sei gusti che parlano di mondi lontani ma anche di eccellenze italiane.

In anteprima a Taste 2017 anche i prodotti di Pure Stagioni e Fonderia del Cacao. Confetture salutiste senza zuccheri aggiunti o dolcissime, a prova di golosi. Pure Stagioni, azienda fiorentina produttrice di confetture extra di frutta selezionata e lavorata ad arte su ricetta esclusiva, proposte in confezioni di metallo che ricordano quelle del caviale, approda a Taste 2017 (11-13 marzo 2017, Stazione Leopolda, stand C-48) con due nuove linee di prodotto e sette nuovi gusti. La gamma di prodotti si estende così a 31 etichette in 71 varianti. Novità anche sul fronte delle mostarde salate, da accompagnare a formaggi e aperitivi. In anteprima al salone del gusto di Firenze anche un nuovo gift box.

Anche il Banco Alimentare della Toscana sarà presente a Taste, la più importante manifestazione italiana delle eccellenze alimentari, in programma alla Stazione Leopolda di Firenze da domani sino a lunedì. Per il Banco sarà l’occasione per incontrare e far conoscere le sue attività non solo ai visitatori ma anche alle aziende toscane: i produttori dalla nostra regione saranno più di 370, tra i più importanti del settore.

“Sarà una bella occasione per noi – spiega il presidente del Banco Alimentare della Toscana, Leonardo Carrai – perché la Legge Gadda dello scorso anno offre nuove opportunità contro lo spreco alimentare che vogliamo far conoscere alle aziende. Così come ai visitatori potremo far conoscere la nostra attività sul recupero delle eccedenze alimentari quale risorsa per i bisognosi della nostra regione il cui numero, purtroppo, continua ad aumentare”.

Redazione Nove da Firenze