Rubrica — Europe Direct

Alla Badia Fiesolana “The State of the Union”

L’Università di Firenze ospita il confronto tra 60 studenti Erasmus giunti dai 28 Paesi membri dell’Unione e i rappresentanti delle istituzioni europee (attese le europarlamentari Mercedes Bresso e Simona Bonafé. A La Compagnia la proiezione di tre film ad ingresso libero tra cui l’anteprima toscana Europe she loves


Firenze, 3 maggio 2017– La costruzione di un’identità europea, i nuovi modelli di integrazione e le trasformazioni della scuola e dell’università saranno i temi al centro della quarta edizione del Festival d’Europa, manifestazione in programma a Firenze dal 4 al 9 maggio che quest’anno sarà dedicata al 60° anniversario dei Trattati di Roma e al 30° dalla nascita del Programma Erasmus. Oltre 100 eventi, 20 location in città, 18 enti e associazioni coinvolte, studenti Erasmus provenienti da 28 Paesi riuniti nel capoluogo toscano per parlare d'Europa. Il Festival coinvolgerà varie location in città: da Palazzo Vecchio alle Murate, dal Teatro de La Compagnia al Polo universitario di Novoli, da piazza SS. Annunziata a Ponte Vecchio che si tingerà di blu, il colore dell’Europa.

L’Appuntamento di apertura sarà “The State of the Union”, la conferenza organizzata dall’Istituto Universitario Europeo e giunta alla sua settima edizione. La tre giorni, in programma dal 4 al 6 maggio, si aprirà con l’intervento del presidente del Senato Pietro Grasso alla Badia Fiesolana, alle ore 9.30. A seguire, sempre alla Badia Fiesolana, un fitto programma di incontri su temi quali l’emergenza globale dei rifugiati, l’integrazione economica e monetaria, la libera circolazione dei cittadini. Alle 11, riflettori puntati su Villa Salviati dove il presidente Grasso premierà le tre classi vincitrici del concorso “Un Nuovo Trattato per l’Europa”, realizzato dagli Archivi Storici dell’Unione Europea, Firenze Città Metropolitana con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Le scuole premiate sono: la 5D dell’Istituto superiore statale “Elsa Morante”, la 5A del Liceo Linguistico del Liceo Statale “Giovanni Pascoli”, la 4B del Liceo Classico dell’Istituto di Istruzione Superiore “Virgilio”.

La Scuola di Scienze Sociali dell’Università di Firenze ospiterà invece l’incontro tra i 60 studenti provenienti da 28 differenti università, una per ciascun Paese europeo, organizzato dall’Ateneo fiorentino per avviare un dialogo tra la “Generazione Erasmus” e i rappresentanti delle istituzioni europee (edificio D15, aula 005 - Piazza Ugo di Toscana 5, ore 9.30). L’iniziativa, che si svolge sotto l’alto patrocinio del Parlamento europeo, fa parte delle attività promosse dal Centro di Eccellenza Jean Monnet dell’Ateneo fiorentino, sostenuto dalla Commissione europea. Tra gli interventi previsti nel corso della giornata - oltre ai video messaggi del rettore Luigi Dei e del presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani – da segnalare quelli delle europarlamentari Mercedes Bresso (ore 14.30) e Simona Bonafé (ore 17.30), e della Co-Chair dell’European Green Party, Monica Frassoni (ore 10). Presso la Biblioteca delle Scienze Sociali (via delle Pandette 2) è visitabile la mostra itinerante inaugurata il 3 maggio dal titolo: “Ever Closer Union - Un'Europa sempre più unita”, realizzata dagli Archivi Storici dell'Unione europea per tracciare la storia dell'integrazione europea dalla firma dei Trattati di Roma a oggi. Sarà aperta al pubblico fino al 12 maggio dal lunedì al venerdì con orario 8.30-19 e sabato dalle 8.30 alle 13.30.

Sempre il 4 maggio, a partire dalle ore 17, La Compagnia (via Cavour 50/r) ospiterà la proiezione di tre pellicole a tema Festival d’Europa, tutte a ingresso libero: Miracolo a Le Havre di Aki Kaurismaki (ore 17.00), Welcome di Philippe Lioret (ore 19.00) e Europe she loves di Jan Gassmann (ore 21.00, anteprima toscana).

Alle 21, alla Stazione Leopolda, l’atteso debutto della XXIV edizione di Fabbrica Europa, manifestazione gemellata con Festival d’Europa; in scena lo spettacolo di Salva Sanchis & Anne Teresa De Keersmaeker / Rosas “A Love Supreme” (prima nazionale).

Il sindaco di Firenze, Dario Nardella, afferma: “The State of the Union rappresenta la più importante manifestazione che segna il rapporto che c'è tra la città di Firenze e l'Istituto Universitario Europeo. Siamo orgogliosi che Firenze ancora una volta si confermi come una realtà decisiva nel dibattito culturale internazionale sul destino dell'Europa. Non ci sarà una vera Europa se prima non scioglieremo i nodi culturali dell'Europa stessa. Credo che sarebbe devastante la vittoria, in Europa, dei populismi, perchè rappresenterebbe la distruzione dell'Europa stessa. Credo che questa edizione sarà ricordata come una di quelle più decisive, per il nostro continente”.

Europe Direct — rubrica a cura di Europe Direct Firenze

Europe Direct Firenze

Europe Direct Firenze — Centro di comunicazione ed informazione dell'Unione europea attivo nel Comune di Firenze dal 1999: www.edfirenze.eu

E-mail: europedirect@comune.fi.it