Aborto clandestino: ricoverata a Careggi in gravi condizioni una ragazza cinese


Firenze- La prognosi e' riservata e sara' sciolta nelle prosiime 48 ore. Rimane in osservazione e rimangono gravi le condizioni della ragazza cinese di vent'anni ricoverata all'ospedale di Careggi di Firenze e arrivata al pronto soccorso in condizioni molto critiche dopo aver perso molto sangue: aveva l'utero e l'intestino perforati. Con lei una zia e un'amica che parlava appena un po' d'italiano. In un primo momento la ragazza avrebbe deto ad un parente di aver interroto da sola la gravidanza con arnesi da cucina, ma i sanitari sembranio convinti che siano state altre persone ad averle provocato quello che sembra un aborto clandestino.
La donna e' stata sottoposta ad un intervento chirurgico durato tre ore e la prognosi rimane ancora riservata. Il medico che l'ha operata ha dichiarato di non aver mai visto un aborto cosi' cruento provocato probabilmente da un ferro di trenta o quaranta centimetri o da qualcosa di uncinato che e' andato in profondita' nella pancia della ragazza. Un'azione cosi' violenta e brutale che anche i medici dicono essere impossibile da praticarsi da soli. La ragazza cinese era al quarto -quinto mese di gravidanza. Ai medici avrebbe raccontato di essere caduta ma la polizia sta cercando chi l'ha aiutata e ha gia' sequestrato nell'appartamento dove la viveva con alcuni parenti alcuni strumenti.
La ragazza cinese e' un'immigrata regolare arivata in Italia tre anni fa, operaia in unazienda di pelletteria nella zona fra Peretola e Campi, non e' sposata.
(T.C.)

Redazione Nove da Firenze