Turismo del Vino: l'8 marzo a Siena il Primo Simposio dalla delegazione Toscana


In Toscana si parla del Primo Simposio sul turismo enogastronomico. Sabato 8 marzo, infatti, Siena sarà la città che ospiterà l’incontro organizzato dalla delegazione Toscana del Movimento Turismo del Vino, presso l’Auditorium della Banca di Monteriggioni. L’iniziativa sarà l’occasione per un confronto e un’analisi sullo state dell’arte del turismo del vino nella regione che ha dato i natali al Movimento Turismo del Vino.
Si inizia quindi alle 9 con la Tavola Rotonda sul tema “Lo stato dell’arte dell’enoturismo: Risultati e Prospettive” alla quale parteciperanno Alessandro Gallo, Presidente del Movimento Turismo del Vino Toscana, Ermanno Bonomi, Dirigente al Turismo Toscana e Silvia Fiorentini, D.M del Consorzio Chianti Classico, insieme alla commissione del premio “Turismo da bere – 2008”, composta da Fabio Taiti, Presidente Censis Servizi, Claudio Galletti, Presidente Enoteca Italiana e Assessore all’Agricoltura della provincia di Siena, Donatella Cinelli Colombini, Vice Presidente Enoteca Italiana e Assessore al Turismo Siena, Roberto Mugnaini, Direttore generale della Banca di Monteriggioni e Giampiero Nadali, curatore del blog Aristide. Il convegno nasce come un’importante occasione di incontro tra autorevoli operatori del settore che potranno fare il punto sul momento e sulle tendenze del turismo del vino. La commissione di esperti, presieduta da Fabio Taiti (presidente del Censis Servizi), esporrà i dati sull’andamento enoturistico, da cui prenderà le mosse un dibattito che coinvolgerà anche le aziende, i produttori e i ragazzi presenti.
“Sono orgoglioso – dichiara il Presidente della delegazione Toscana Movimento Turismo del Vino, Alessandro Gallo - di poter parlare del primo Simposio sul turismo enogastronomico in Toscana.
Si tratta di un momento molto importante di confronto e di analisi sull’andamento dell’enoturismo, prendendo in considerazione il presente e le possibili mosse future. Da qui nasce infatti il coinvolgimento delle nuove generazioni, mirato a portare un contributo di freschezza e originalità, con idee nuove che possano essere da spunto per gli operatori del settore”.
Il concorso “Turismo da bere – 2008”, rivolto alle scuole superiori del senese a indirizzo commerciale, agrario e turistico, ha richiesto ai ragazzi partecipanti di far fronte a due delle sfide quotidiane del turismo del vino: fidelizzare i clienti e allungare la stagione turistica. Nel primo caso la traccia fornita prevede l’ideazione di un blog aziendale, nella seconda la progettazione di un evento o una catena di eventi destagionalizzanti. I lavori più brillanti saranno premiati con riconoscimenti in denaro dopo l’attento giudizio della commissione di esperti.
Spazio, inoltre, alla prima edizione del premio “Wine Welcomer”, che verrà consegnato ad un’azienda che si è particolarmente distinta nel settore dell’accoglienza enoturistica.

Redazione Nove da Firenze