Filippo Reitano: la scomparsa del giovane manager fiorentino nel ricordo di un amico


Stazione Leopolda Aprile 2001 serata di gala , luci soffuse buffet di classe. La cantante Marina Rei suona dal vivo molta Firenze che conta è li tutti quelli che vogliono contare sono li, si celebra Filippo Reitano giovanissimo imprenditore fiorentino inventore di Mediaclick , faccia sveglia occhi velocissimi , pantaloni jeans strappati maglioncino e scarponi Lui cammina caracollando e ridendo, persone vestite da omino e donne ingioiellate lo guardano ammirate , è lui il ragazzo prodigio , della new economy . l ‘ idea il colpo di genio fiorentino è quella di applicare la velocità di internet alle vendite ultimo minuto su giornali e tv , lui figlio di imprenditori delle gomme , esperto di informatica rileva la World link piccola società che vende spazi pubblicitari su Internet , Worldlink cresce e diventa Mediaclick 100 miliardi di fatturato.
E anche sua l’idea di Arno Valley portale e piazza virtuale per le imprese da Arezzo a Pisa passando da Firenze , si potrà scambiare indirizzi e tecnologie , è un trionfo quella sera ma è anche il cambio di rotta nuovi soci , nuove strategie , non più divertimento fantasia ma problemi , il fallimento, il crack finanziario .E'in vacanza negli stati uniti quando lo arrestano ,” grazie “alla collaborazione dell’interpol. Nel Connecticut sconterà più di 50 lunghissimi giorni, poi finalmente in Italia a casa arresti domiciliari assistito con amore dalla compagna, i genitori e i gatti amatissimi .Il patteggiamento , una nuova vita il ritorno al vecchio lavoro nell’azienda del padre, ancora gomme, , lui che fin da piccolo aveva visto montarle dal nonno e dal padre, la nascita della bambina lavoro duro, forse ,in attesa di nuove intuizioni, la malattia la sofferenza , la sua lotta la sua forza il suo coraggio il non arrendersi mai, il suo sorriso infantile , la sua grande generosità il suo gran cuore il suo amore verso le persone a lui vicine . Faccia sveglia occhi velocissimi , pantaloni jeans strappati , maglioncino e scarponi , tu che cammini caracollando ,ci mancherai caro Filippo.

Redazione Nove da Firenze