Festival della Creatività: 60.000 presenze nella prima giornata


Firenze, 26 ottobre 2007 - La pioggia non ha rallentato l'afflusso dei visitatori alla Fortezza da Basso di Firenze dove si sta svolgendo la seconda edizione del Festival della Creatività. Tantissimi bambini accompagnati dalle maestre sfilano all’ingresso diretti l'area Kids allo Spadolini, studenti, studiosi e curiosi. Grande successo per lo spettaolo di Stefano Massini, giovanissimo autore e regista teatrale. Ottavia Piccolo e Luisa Cattaneo sono insuperabili nella vibrante interpretazione di 'Alfabeto Birmano'.
Si parte con le mostre di pittura, fotografia, design, innovazione e robotica. Claudio Martini gareggia con il robottino di Daniele Benedettelli, e sfila per i padiglioni dedicati alla Borsa della Ricerca e dell'innovazione, al Premio Vespucci e alla mostra di Giolito, il designer della nuova Fiat 500.
Seguono a ripetizione incontri, workshop e seminari. Per 'Creatività e competitività' sfilano nomi di primo piano dell'imprenditoria italiana come Roberto Colaninno e Elio Fiorucci. C'è tempo anche per un tranquillo e distensivo caffè filosofico con Gillo Dorfles, Massimo Cacciari e Derrick De Kerckhove. Irene Grandi viene premiata in serata nel salottino di intoscana.it come l'artista più creativa del panorama italiano. A consegnarle il premio Paolo Chiappini direttore di Fondazione Sistema Toscana, l’ente organizzatore del Festival.
Iniziano i concerti, attesissimi, di Giovanni Lindo Ferretti, il trio Turci-Rei-Gazzè, Roy Paci con Frank London e la Boban Markovic Orkestar, Timothy Brock con l'Orchestra Regionale della Toscana che interpreta le musiche di Tempi Moderni di Chaplin...Si chiude con il dj set di Andy Fletcher dei Depeche Mode e con 60.000 presenze, non poche per questa prima piovosa giornata.

Redazione Nove da Firenze