³La sicurezza nei cantieri non edili²


E' il titolo del convegno che si terrà a Dicomano, oggi, organizzato dall¹Associazione Sicurezza Cantieri Onlus e dall¹Ordine regionale dei dottori Agronomi e Forestali della provincia di Firenze con il patrocinio della Regione Toscana.
L¹Associazione Sicurezza cantieri Onlus, alla quale aderiscono gli ordini e i collegi delle professioni tecniche, le organizzazioni imprenditoriali e i sindacati dei lavoratori, opera per la diffusione della cultura della sicurezza nei settori interessati dall¹applicazione del D.Leg. 494/96 e successive modificazioni.
Dal 1999 i dottori Agronomi e Forestali, si trovano a operare nel campo della sicurezza dei cantieri in contesti che richiedono alta professionalità e specializzazione.
Sono stati infatti gli agronomi a occuparsi del recupero delle cave rocciose utilizzate per i cantieri dell¹alta velocità, a reinserire nell¹ambiente le ferite del terreno dove si trovano i cantieri della TAV.
E ancora saranno gli agronomi a redigere un disciplinario di comportamento per la manutenzione delle aree verdi del Comune di Firenze.
La sfida consiste nella capacità di adottare soluzioni differenziate per diverse tipologie di cantiere e nel superamento delle difficoltà a calare nei settori quali quello forestale, agronomico e ambientale le prescrizioni previste dai decreti nati per ambiti lavorativi diversi.
Nel convegno a Dicomano, verranno evidenziate le problematiche principali in riferimento a alcune tra le più importanti e significative esperienze nazionali. Interverranno, tra gli altri, Pietro Novelli dell¹Associazione Sicurezza Cantieri Onlus, Franco Ceccherini, presidente Ordine dei dottori Agronomi e Forestali della regione Toscana, Marco Masi, responsabile Prevenzione e Sicurezza della Regione Toscana e Massimo Sottani, presidente della Comunità Montana Montagna Fiorentina.

Redazione Nove da Firenze