sabato 20 dicembre 2014

Autobus a Compiobbi

Sono possibili tre ipotesi, secondo il Comune di Fiesole, per risolvere il problema del trasporto pubblico a Compiobbi. E’ questo il risultato dell’ istruttoria fatta dalla Giunta su richiesta del Consiglio Comunale, dopo che 800 cittadini della frazione fiesolana avevano protestato contro l’Ataf e chiesto di portare la linea del 14 fino a Compiobbi. La questione nasce undici anni fa, quando fu eliminata la linea 34 che andava da piazza Oberdan (a Firenze) fino alle Sieci, coprendo quindi tutta la Valle dell’Arno. L’ eliminazione della linea 34 fu decisa per motivi di economicità essendo presenti su quella direttrice numerosissimi vettori (ferrovie, Sita, Lazzi, Alterini e altro). Ataf e Comune di Fiesole istituirono quindi un abbonamento che dava ai cittadini di Compiobbi di utilizzare questo “pool” di linee più l’Ataf a un costo di poco superiore al semplice abbonamento Ataf. Nel 1999 poi la Provincia di Firenze istituì il “Propass”, una tessera-abbonamento vantaggiosissima per tutti gli altri Comuni della Provincia, ma assai svantaggiosa per gli abitanti di Compiobbi, che finiscono per pagare il doppio dei loro “vicini” ad esempio del Girone. Da qui la raccolta di firme per allungare il percorso del 14 fino a Compiobbi (adesso si ferma al Girone) e la richiesta alla Giunta di trovare una soluzione. L’istruttoria della Giunta propone tre soluzioni: la prima è quella di allungare la linea fino a Compiobbi, ma esistono problemi quasi insormontabili per far girare gli autobus e anche per il fatto che la 14 è già una delle linee più lunghe dell’Ataf e allungarla ancora causerebbe inevitabili problemi di ritardi. La seconda è quella di istituire un servizio-navetta da Ellera fino al Girone, soluzione che però avrebbe un costo di alcune centinaia di milioni di lire l’anno. La terza, che appare al momento la più facilmente realizzabile, è quella di arretrare la linea 14 spostandone il capolinea a via di Ripa e recuperando i chilometri eliminati con l’istituzione di un servizio-navetta da Ellera fino a Firenze, in via del Gignoro, in piazza Beccaria o in altro luogo.

Redazione Nove da Firenze