A San Miniato Basso "Tartufo al Pinocchio"

Sabato 7 novembre giornata inaugurale anche per la Mostra Mercato di San Giovanni d’Asso


Weekend dedicato alla gastronomia sabato 7 e domenica 8 novembre a San Miniato Basso con "Tartufo al Pinocchio", una manifestazione che nel giro di pochi anni si è affermata, a pieno titolo, come uno dei più originali momenti per valorizzare il tartufo bianco delle colline sanminiatesi. Organizzata dalla Casa Culturale, dal Circolo Arci e dalla Polisportiva Casa Culturale di San Miniato Basso, la manifestazione avrà un prologo con la cena di presentazione aperta a tutti nella quale verranno serviti i piatti della tradizione gastronomica del territorio con succulenti piatti al tartufo. L'appuntamento è per le ore 20 alla Casa Culturale (per iscrizioni 349 4171080, euro 20).

Attrazioni gastronomiche
Il tartufo? Servirà per una salsiccia da guiness. E' il biglietto da visita della manifestazione, la realizzazione della salsiccia al tartufo dei record che ogni anno aumenta. A proporre l'originale proposta gastronomica la macelleria Lo Scalco di San Miniato. Una delle più affermate norcinerie tipiche del territorio, dunque, cercherà di superare il record che stabilì lo scorso anno. Metri e metri di salsiccia al tartufo preparata dal vivo dall'abilità e dall'esperienza di Maurizio Castaldi durante la manifestazione tra la curiosità dei visitatori e dei buongustai. Una vera e propria attrazione ma anche un messaggio chiaro, in controtendenza, dopo le indicazioni dell'OMS che ha inserito i salumi tra i prodotti a rischio cancerogeno. Quando i prodotti sono tracciati e di qualità come quelli della norcineria tipica sanminiatese ne possiamo apprezzare a pieno titolo la bontà e la sicurezza alimentare. Ma il tartufo bianco sarà protagonista anche a tavola con un menu a base di piatti tartufati serviti domenica 8 novembre a pranzo e l'esposizione delle principali aziende che commercializzano il prezioso frutto della terra. L'animazione gastronomica sarà affidata ai cooking show nel pomeriggio della domenica. Lo chef Marco Nebbiai realizzerà i ravioli al tartufo e un piatto a sorpresa realizzato con un prodotto della linea "Fior fiore" Unicoop Firenze.

Ospite d'onore

Ospite d'onore la nota blogger di poverimabelliebuoni Cristina Galliti che ci svelerà trucchi e consigli per far mangiare il pesce ai bambini, tratti dal libro PESCE PER MINI GOURMET, di cui è autrice insieme al medico pediatra Marco Gucci (al libro è legata un'iniziativa di solidarietà a favore dell'Associazione Giacomo onlus e si può avere scrivendo a associazione@giacomo-onlus.org con un'offerta di 14€). Per l’occasione, verrà presentato anche un piatto inedito, ispirato alla favola di Pinocchio e ci sarà una sorpresina finale al tartufo per grandi e piccini. Molto interessanti saranno le proposte dei suoi piatti ispirati alla manifestazione come "La fata turchina", realizzato con un cono di pesce, ricotta e alga spirulina che tinge di turchese, che mima il cappello a punta della fata turchina, con stelline di pasta come decorazione e stelle filanti di carote. Poi il "patapesce" e la "sorpresina al tartufo".

Tante altre attrattive
La manifestazione sarà aperta sabato 7 novembre alle ore 15 con la terza camminata lungo la via Francigena organizzata dal Gruppo podisti della Casa Culturale. Lo spazio espositivo sarà completato, oltre che da molti stand di prodotti e produttori tipici del territorio, dalla mostra micologica organizzata dal Gruppo Micologico Naturalistico di Empoli e dal "Battesimo in sella" in collaborazione con l'associazione Cavalieri di San Miniato. Ci saranno anche attrattive per i bambini come la presenza degli animali da cortile, la presenza di clown, trampolisti e circensi. Per tutti nelle piazze antistanti il mercato di Pinocchio organizzato da Anva Confesercenti.

La Mostra Mercato del Tartufo Bianco delle Crete Senesi propone nei sabato dei due week end (7-8 e 14-15 novembre), esperienze nuove per conoscere direttamente chi lavora ogni giorno per portare sulle tavole i migliori prodotti tipici della tradizione senese. Dal vino, all’olio, ai pecorini, sarà possibile visitare direttamente le aziende agricole che si trovano attorno a San Giovanni d’Asso per vedere come nascono le eccellenze di questo territorio, degustare e, volendo, acquistare a km 0. Sabato 7 novembre, il “Bussino del Gusto” porterà i visitatori della Mostra Mercato del Tartufo Bianco delle Crete Senesi direttamente nelle aziende agricole. Il tour dura circa tre ore: partenza alle 11,15 e rientro a San Giovanni d’Asso alle 14,15 circa. Il sabato successivo, 14 novembre, è il turno di “Cammin gustando”, un percorso Trekking guidato con visite alle aziende e degustazione dei prodotti a cura della Pro Loco di San Giovanni d’Asso. Il ritrovo è fissato presso il Parco Archeologico di Pava a pochi chilometri da San Giovanni d’Asso. In entrambi i casi è necessario prenotare. Sabato 7 novembre, giorno di apertura della Mostra – Mercato, i visitatori avranno, inoltre, a disposizione numerosi appuntamenti per conoscere più da vicino i vini della Doc OrciaAlle ore 14,30 si inaugurato il totem informativo del progetto “Orcia, il vino più bello del mondo” installato, nel piazzale antistante il Museo del Tartufo, grazie alla collaborazione del Comune di San Giovanni d’Asso. “Orcia, il vino più bello del mondo” è un progetto di marketing territoriale, realizzato con il contributo di Toscana Promozione. I totem, realizzati dalla Strada del vino Orcia, saranno collocati in luoghi strategici per accrescere la conoscenza di questo grande vino toscano. Dalle 16 alle 18 la Sala del Camino ospiterà l’esclusiva degustazione di 10 vini Orcia guidata da Walter Speller, uno dei maggiori esperti mondiali di vino italiano, che farà scoprire i caratteri e le specificità della giovane ed emergente denominazione Orcia. La degustazione, su prenotazione, è riservata a ristoratori, rivenditori del territorio e professionisti del settore. In degustazione ci saranno 10 grandi vini delle aziende: Campotondo, Capitoni, Donatella Cinelli Colombini, La Canonica, Podere Albiano, Poggio Grande, Poggio al vento, SassodiSole, Val d’Orcia Terre Senesi e Trequanda. (Per le prenotazioni contattare la segreteria del Consorzio vino Orcia). La giornata dedicata alla Doc Orcia si concluderà con la cena di gala “Tartufo, vino e seduzione” all’interno delle prestigiose sale del Castello (0re 20,30) con la partecipazione di Francesca Negri, alias “Geisha Gourmet” e autrice del romanzo “Sex and the wine. L’altra metà del vino”. Secondo alcuni recenti studi, il tartufo e il vino sono due elementi artefici del piacere. La cena di gala prevede un elegante menù dedicato ai prodotti tipici delle Crete Senesi come i tortelli di ricotta e tartufo bianco, uova di quaglia con zucca e filetto di vitello con salsa al vino Orcia. Durante la cena saranno serviti i vini Orcia doc offerti dai produttori del Consorzio. Il costo a persona per la cena è di 40 euro ed è necessario prenotare entro mercoledì 4 novembre. Si ricorda che durante il mese di novembre è possibile degustare piatti al Tartufo Bianco delle Crete Senesi nei ristoranti di Asciano, Rapolano Terme, San Giovanni d’Asso e Trequanda.

Redazione Nove da Firenze