Rubrica — In cucina

A marzo ad Adagio arriva il Piemonte

Il 16 marzo cena con Conterno Fantino e la cucina tradizionale di Paolo Schellino


Ad Adagio, il nuovo concept gastronomico che valorizza le eccellenze italiane e che ogni mese dedica ad una regione o una località del Bel Paese un menù ad hoc, è la volta del Piemonte con le sue prelibatezze.

Dal 5 fino al 31 marzo sarà possibile scegliere, oltre che dal classico menù stagionale alla carta, anche da un piccolo menù composto da ricette tradizionali piemontesi.

Si potranno così degustare le selezioni di formaggi locali, le acciughe al verde, gli agnolotti, lo stracotto al Barolo ed il dolce bonet, oltre ad una selezione di vini del territorio.


Ogni giorno, dal lunedì al giovedì, dalle 18 fino alle 21, ad Adagio sarà possibile degustare un aperitivo speciale composto da un tagliere di formaggi piemontesi abbinato ad alcune etichette sempre a marchio Piemonte. Il costo dell'aperitivo, comprensivo di un calice, sarà di 10 euro.

Venerdì 16 marzo saranno ospiti di eccezione lo chef Paolo Schellino (http://www.grappolodoro.net/) ed uno tra i vignaioli piemontesi più famosi al mondo, Claudio Conterno (http://www.conternofantino.it/), assieme ad alcuni dei suoi vini più rappresentativi. Lo chef Schellino omaggerà i presenti con una serie di piatti tipici della sua terra, per un viaggio affascinante tra i profumi ed i sapori delle Langhe, mentre Claudio Conterno, dal canto suo, farà vivere ai partecipanti grandi emozioni attraverso sorsi di vino senza tempo.

Il costo della cena, che comincerà alle ore 20.30, è di 50 euro a persona vini compresi.

Redazione Nove da Firenze