A Firenze seminario internazionale sulla Digitalizzazione del patrimonio culturale

Un bando di Fondazione CR Firenze e Legacoop Toscana per nuove imprese nel turismo e nella cultura rivolto agli under 40


Per tutelare e valorizzare il patrimonio culturale e naturale la sfida è la digitalizzazione. Un progetto europeo si sta occupando di migliorare politiche e pratiche in varie regioni europee: si chiama CD-ETA (Collaborative Digitisation of Natural and Cultural Heritage) e ogni sei mesi organizza seminari tematici internazionali dedicati a grandi aree di intervento, come beni storici e architettonici, beni naturali, archivi e biblioteche, patrimonio intangibile, musei e gallerie. E proprio per discutere della digitalizzazione di musei e gallerie il progetto CD-ETA fa tappa a Firenze, con un seminario che si svolge presso l’Università di Firenze il prossimo martedì 9 maggio (ore 9.30 – Palazzo Fenzi, Aula Magna, via San Gallo 10). L’Ateneo, infatti, è partner del progetto, attraverso la Fondazione per la Ricerca e l’Innovazione (con Margherita Azzari del Dipartimento di Storia, Archeologia, Geografia, Arte e Spettacolo e Alberto del Bimbo del Dipartimento di Ingegneria dell'Informazione) , insieme a enti, musei e università di Bulgaria, Romania, Grecia, Spagna, Slovenia, Estonia. Nel corso dei lavori, in particolare, si parlerà di come la digitalizzazione può potenziare l’imprenditoria culturale (Elisabetta Lazzaro, HKU University of the Arts Utrecht), dell’incontro tra digitalizzazione e realtà virtuale (Roberto Scopigno, CNR); sarà presentata la pluripremiata mostra virtuale e immersiva “The Uffizi experience” (Marco Cappellini, Centrica). Sarà illustrata anche l’esperienza di digitalizzazione di un museo scientifico (Marco Berni e Jacopo Tonini, Museo Galileo, Firenze) e, infine, l’utilizzo di laser scanner di ultima generazione per la digitalizzazione (Andrea e Jacopo Bianchi, Oikos Engineering).

Al via il bando di Fondazione CR Firenze e Legacoop Toscana per nuove imprese cooperative nel turismo e la cultura destinato agli under 40. Un percorso d’impresa che genera lavoro per 15 giovani. In un comparto, quale quello del turismo e della cultura, che richiede creatività, conoscenza e professionalità. Un nuovo turismo che rispetti i valori e le identità dei territori, attento alla sostenibilità ambientale, al coinvolgimento delle comunità locali. Un’iniziativa volutamente indirizzata al mercato del lavoro under 40, dove sia possibile l’ incontro tra diverse generazioni, tra i più giovani, nativi digitali con coloro che hanno maturato esperienze e competenze specifiche e che, per scelta o per necessità, si sono rimessi in gioco fuori dal mercato del lavoro “tradizionale”. Il bando ha l’obiettivo di scoprire e valorizzare progetti innovativi e promuovere la creazione di nuova impresa cooperativa nel settore del turismo e della cultura. Idee innovative, capaci di cambiare la visione del turismo, valorizzare l’immagine e il brand dell’area fiorentina e le autenticità locali. Idee virtuose, nei confronti dell’ambiente e dei territori, rispettose delle comunità, in grado di generare esperienze e trasmettere valori. Idee che, inserite nell’ambito della cooperazione, possano ambire a svolgere contemporaneamente un ruolo di “collante” delle diverse componenti dell’economia e dello sviluppo toscano e di “propulsore” delle dinamiche di sistema nel settore del turismo e della cultura. La cooperazione intesa quale “scuola” di educazione all’interazione positiva tra persone, una modalità di collaborazione, giuridica, organizzativa ed economica, da cui deriva un beneficio per tutta la comunità. Sono queste le idee che cercano Fondazione CR Firenze e Legacoop Toscana attraverso il bando SmArt and coop. Buone idee per nuove cooperative nel turismo e nella cultura in Toscana” presentato questa mattina nella sede della Fondazione CR Firenze da Gabriele Gori, direttore della Fondazione CRF e da Roberto Negrini, presidente di Legacoop Toscana. Il progetto nasce dalla volontà di Fondazione CR Firenze e Legacoop Toscana di mettere a disposizione e sostenere – attraverso l’accompagnamento e l’accelerazione di impresa cooperativa – informazioni, riferimenti, spunti di iniziativa utili per valorizzare la “forma cooperativa” in campo turistico e culturale e per migliorare l’efficienza e la competitività di entrambe le realtà – cooperativa e turistica – a livello regionale. Il bando, che si apre oggi – tutte le informazioni per partecipare smartandcoop.it - prevede il supporto alla creazione di nuove cooperative nell’ambito turistico e culturale e la possibilità di entrare in contatto con il mondo cooperativo di Legacoop. I progetti potranno essere inviati nell’apposita area di smartandcoop.it fino al 16 giugno 2017. Possono partecipare all’iniziativa team di minimo 3 e massimo 5 under 40 residenti in Toscana. Entro il 14 luglio saranno selezionate le tre idee più significative e interessanti che parteciperanno ad un percorso di accelerazione della durata di 16 settimane. I tre team, guidati da una commissione di esperti, avranno inoltre a disposizione uno spazio di co-working presso Impact Hub Firenze e una borsa di studio individuale del valore di 3.000 euro. Al termine del percorso, il miglior progetto riceverà un contributo di 10.000 euro a fondo perduto per l’avvio della cooperativa. Sono partner di SmArt and coop IED – Istituto Europeo di Design e Impact Hub Firenze, impegnati rispettivamente nei programmi di formazione specifica del settore turismo e cultura e di avviamento d’impresa. “Apriamo una nuova partnership con importanti soggetti privati del nostro territorio – dichiara il Direttore della Fondazione CR Firenze Gabriele Gori – in un settore particolarmente ‘caldo’ quale è quello turistico, forti dell’esperienza maturata come Fondazione con due dei nostri importanti progetti quali Piccoli Grandi Musei e Centro Itinerari + 1. E’ evidente, anche dal dibattito in corso in questi giorni, quanto sia importante deviare i flussi turistici classici valorizzando zone meno note ma con una forte identità territoriale e culturale. La collaborazione con un partner importante quale Legacoop Toscana permette di coniugare l’ideazione di nuovi servizi turistici con un sistema integrato di attività economiche e sociali, ma anche di valori, di ambiente, di tradizioni e di cultura locale. In una realtà, come quella Toscana, che gode di una presenza territorialmente capillare e settorialmente molto articolata di esperienze cooperative, tale prospettiva offre agli under 40 destinatari del bando, condizioni che aiutano e facilitano la creazione d’impresa”.

“Il settore turismo e cultura è una realtà importante in Toscana, che ha ampio spazio di sviluppo ed evoluzione – ha affermato Roberto Negrini, presidente Legacoop Toscana – Insieme alla Fondazione CRF abbiamo messo a punto un percorso per selezionare le idee imprenditoriali più innovative e farle crescere nella forma cooperativa, in modo da creare valore aggiunto per il territorio. Il progetto SmArt&coop mira a creare opportunità di occupazione qualificata, a sviluppare proposte inedite per il turismo, ma anche a riportare gli stessi toscani e fiorentini ad apprezzare momenti ed occasioni di crescita culturale e riscoperta della propria identità. La collaborazione con un soggetto radicato sul territorio e con una competenza sviluppata nel settore della promozione culturale, come Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze, è centrale per raggiungere l’obiettivo”. 

Redazione Nove da Firenze