73° Anniversario della Liberazione: venerdì cerimonie a Firenze

In piazza dell’Unità italiana e piazza Signoria. Giovedì 10 agosto dalle 18 anche al Parco di Villa Vogel


Si apriranno venerdì alle 7, con i rintocchi della Martella, le celebrazioni del 73° anniversario della Liberazione di Firenze. Il suono della campana della Torre di Arnolfo di Palazzo Vecchio, che l’11 agosto 1944 annunciò alla città il ritorno alla libertà e alla democrazia, sarà il primo degli eventi che apriranno la giornata di celebrazioni. Alle 10, poi, in piazza dell’Unità italiana è prevista la deposizione di una corona di alloro da parte delle autorità civili, religiose e militari al monumento ai Caduti di tutte le guerre, ai quali sarà reso onore con le preghiere di suffragio. In piazza dell’Unità prenderanno la parola monsignor Vasco Giuliani per l’Arcidiocesi, Umberto Forti per la Comunità ebraica e il pastore avventista Saverio Scuccimarri per il Consiglio dei pastori delle Chiese evangeliche. Al termine della cerimonia partirà il corteo diretto a Palazzo Vecchio, con al seguito i Gonfaloni di Firenze, della Regione Toscana, della Città metropolitana e dei vari Comuni dell’area fiorentina, oltre ai labari della federazione delle associazioni partigiane e della associazioni d’arma e combattentistiche. Sull’Arengario di Palazzo Vecchio, in piazza della Signoria, alle 10.30 è in programma il saluto del sindaco Dario Nardella. Alle 21, poi, sempre sull’Arengario si terrà il concerto per la cittadinanza eseguito dal Corpo bandistico ‘Oreste Carlini’ di San Casciano in Val di Pesa.

Il quartiere 4 festeggia, al parco di Villa Vogel, il co-patrono di Firenze San Lorenzo. Domani, dalle ore 18, “Parco di Villa Vogel in festa” con letture, giochi, stelle e cinema. Si parte con la società astronomica fiorentina che farà osservare il Sole, i pianeti e poi le stelle. Animazione per i bambini dalle 18 alle 19. Seguiranno le letture sui giorni della liberazione dal nazifascismo nel 73° anniversario a cura dei lettori di BiblioteCanova Isolotto. “Sarà un modo – annuncia il presidente del quartiere 4 Mirko Dormentoni – per ricordare uno degli avvenimenti più belli ma anche più drammatici della storia di Firenze”. Dopo un aperitivo per i bambini si parlerà di cinema. Alle 21 presentazione del libro “Zitti e Mosca. Il film di Alessandro Benvenuti 20 anni dopo”, di Philippe Chellini ed Enrico Zoi. Interverranno il presidente del Quartiere 4 Mirko Dormentoni, i due autori Philippe Chellini ed Enrico Zoi e alcuni dei protagonisti, fra cui lo stesso Muzzi. A seguire proiezione di “Zitti e Mosca” (1991), di Alessandro Benvenuti. Nel cast: Alessandro Benvenuti, Athina Cenci, Sergio Forconi, Massimo Ghini, Leonardo Pieraccioni (all'esordio sul grande schermo) e Alida Valli.

Redazione Nove da Firenze