4 novembre, Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate

L’Istituto Geografico apre a visite guidate gratuite. Celebrazioni anche a Lastra a Signa, Londa, Reggello e a Prato in Piazza Duomo


Il 4 novembre, Giorno dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate, Firenze e Prato vivranno un momento di vicinanza ai propri uomini e donne in uniforme. Le cerimonie militari prevedono l’Alzabandiera in forma solenne e la commemorazione dei caduti di tutte le Guerre con la deposizione di una corona presso i monumenti in piazza dell’Unità italiana alle ore 08.15 (Firenze) e in Piazza S.M. delle Carceri alle ore 10.30 (Prato). In occasione del cinquantennale dall’alluvione di Firenze, eccezionalmente, sarà aperta al pubblico la sede storica dell’Istituto Geografico Militare nel quale potranno essere visitabili, gratuitamente, il museo strumenti e la biblioteca storica (via Battisti 10 con orario 10.00 – 16.00). Peraltro, l’Ente cartografico di Stato presenterà gli esiti del lavoro sulla “Nuova livellazione geometrica di alta precisione della città di Firenze”e la nuova edizione della pianta delle zone alluvionate il 4 novembre 1966. Un annullo postale specialeevidenzierà l’importanza del momento. Da ricordare che il 4 novembre 1918 aveva termine la Grande Guerra, un evento che ha segnato in modo profondo l’inizio del novecento. In quella giornata di novantacinque anni fa, si completò il processo dell’unificazione italiana. Esso rappresenta il traguardo di un lungo e travagliato percorso, raggiunto attraverso uno sforzo collettivo, mai compiuto prima nel nostro Paese: un moto di coscienze che scosse le genti di allora e le rese un Popolo. Le Forze Armate sono state “parte attiva”, nell’aver reso partecipi gli italiani, di questa importante consapevolezza: sui campi di battaglia; nell’amalgama educativo e sociale delle tante realtà “culturali” della penisola; nell’impulso al progresso tecnologico ed economico; nell’arricchimento del rango della nostra giovane Nazione nel consesso internazionale.

Per celebrare il 98° anniversario della fine della Prima Guerra Mondiale e la Giornata delle Forze Armate e dell’Unità Nazionale, il Comune di Lastra a Signa ha in programma due iniziative a partire dalle 10 del prossimo 4 novembre. Dopo la messa presso la Chiesa della Misericordia, avrà luogo la deposizione delle corone di alloro ai monumenti ai Caduti che si trovano sul territorio e in particolare in piazza Pertini, Ponte a Signa, Porto di Mezzo, Malmantile, Ginestra Fiorentina e San Romolo. A Porto di Mezzo, Malmantile e Ginestra Fiorentina saranno presenti anche gli studenti delle scuole primarie. Alle celebrazioni interverranno il sindaco Angela Bagni e la presidente del consiglio comunale Gemma Pandolfini.

Anche Londa partecipa alla festa dell’Unità Nazionale e giornata delle Forze Armate, in ricordo dell’armistizio siglato dall’Italia con l’Austria-Ungheria che ha sancito il termine della prima guerra mondiale. Per l’occasione domani, domenica 6 novembre, alle ore 11 verrà celebrata la Santa Messa nella chiesa della SS. Concezione (piazza Umberto I), mentre alle 11,45 partirà il corteo e, successivamente, la deposizione delle corone al monumento ai caduti, nel parco della Rimembranza e in via Iacopo Ricci. La giornata si svolgerà alla presenza delle autorità civili e militari. Le associazioni e i cittadini sono invitati a partecipare.

Il Comune di Reggello celebra la giornata dell’Unità Nazionale e la Festa delle Forze Armate. L’appuntamento è per domenica prossima 6 novembre alle 11 per la Santa Messa nella Chiesa di San Jacopo a Reggello, al termine, alle 12 partirà dalla Sede Municipale il corteo per la deposizione delle corone di alloro ai monumenti ai caduti, saranno presenti le autorità ed i rappresentanti dell’Associazione Combattenti e Reduci, il tutto accompagnato dall’Ensemble di Ottoni dell’Associazione Musicale Giovanni da Cascia. Altre manifestazioni celebrative si svolgeranno nelle frazioni reggellesi sempre domenica 6 novembre a cura dell’Associazione Combattenti e Reduci: in ogni località ci sarà prima la Santa Messa e poi la cerimonia commemorativa con la presenza delle Autorità Comunali. Questo il calendario: Cancelli ore 10, Cascia ore 10,30, Leccio ore 11, Sant’Agata-Pietrapiana ore 11, Tosi ore 11. La cittadinanza è invitata a partecipare.

Nell'occasione della giornata delle forze armate (4 novembre), domenica 6 novembre, a Palazzuolo sul Senio, verrà commemorato il palazzuolese, Carabiniere pilota Primo Alpi, noto pioniere dell'aviazione durante la Grande Guerra e decorato con medaglia al valore militare. Si parte alle ore 10 con la sfilata della banda "G. Savoi" e ritrovo in piazza Alpi a cui seguirà la deposizione di una corona di alloro alla cappella votiva. A seguire prenderà vita il corteo fino al Parco delle rimembranze dove si terrà il saluto dell'amministrazione comunale e delle autorità. Qui verrà apposta una targa in memoria. L'evento commemorativo si chiuderà con la messa e con un momento di convivialità in piazza IV novembre.Carabiniere Primo Alpi, nato a Palazzuolo sul Senio (Fi) il 03.05.1894 entrò in combattimento in zona d’operazioni il 20/10/1917 con la 116ª Squadriglia da ricognizione, che faceva parte dell’8° Gruppo Aeroplani operanti in Albania in seno al XVI Corpo d’Armata. Eseguì 22 missioni tra ricognizione e bombardamento, ottenendo la Medaglia di Bronzo al Valor Militare: «Operazioni di Fieri e Berat (Albania), dicembre 1917 e 23 giugno 1918, 15 luglio 1918».

Redazione Nove da Firenze