Rubrica — Pugilato

4 Marzo 1938 - 4 Marzo 2018 “Ottanta anni di Accademia Pugilistica Fiorentina”

La storica Società gigliata festeggia organizzando la manifestazione proprio il 4 Marzo e ricordando brevemente la sua Storia ed i suoi Campioni


4 Marzo 2018

L’Accademia Pugilistica Fiorentina festeggerà i suoi 80 anni con quello che ha sempre fatto, ovvero organizzare - in collaborazione con la Boxe Valdisieve e la Boxe Mugello - una riunione di Boxe. La manifestazione si terrà a Pian del Mugnone e prevede un incontro fra pugili professionisti, protagonista Rafaello Sheshi, ultimo pugile pronto per il professionismo passato dall’APF e una decina di incontri fra pugili dilettanti 

La Storia: L’Accademia Pugilistica Fiorentina nasce nel 1938, fondata da Bruno Rossi. La sua sede originaria è stata in via degli Alfani, alla guida tecnica il Maestro Mario Farabullini. Dopo la guerra l’Accademia troverà la sua collocazione in via de’ Macci, presso una chiesa sconsacrata; ma ben presto si trasferirà in Piazza Beccaria, in una bella palestra - vicino all’allora cinema Cristallo. Il locale era ampio e fornito di tutte le attrezzature per la pratica del pugilato.

Quella di Piazza Beccaria fu per molti anni la sede storica dell’Accademia, con il mitico Maestro Dino Ciappi. La palestra però fu abbattuta, con tutto il suo edificio, alla fine degli anni ’70 per far spazio all’archivio di Stato, lasciando inspiegabilmente l’Accademia senza palestra ed ospite del Boxing Club, nei locali de’ La Montagnola. Solo nel 1984, l’Accademia poté riavere uno spazio proprio (dire una palestra sarebbe troppo!) in una stanza in Piazza di San Salvi, accanto alla Fratellanza Militare: la stanza era praticamente tutta occupata dal ring, ai lati del quale c’erano tre sacchi e due pere che servivano per allenarsi. Finalmente nel 1987 alla società gigliata viene assegnata una nuova palestra all’interno del Palazzo dello Sport di Campo Marte, oggi Mandela Forum.

Qui l’Accademia trova una sua connotazione precisa e sotto la guida tecnica del maestro Boncinelli, coadiuvato dal 2009 dal Maestro Paolo Vignoli e  sotto impulso della famiglia Sottili, è capace di favorire la crescita di tanti atleti e di conquistare molti allori, sia nell’ambito del dilettantismo che in quello del professionismo.

I Campioni: Il primo grande campione in maglia gigliata fu Remigio Bollana, che conquistò il prestigioso trofeo dilettantistico a livello mondiale “Guanto d’Argento” a Roma nel 1949.

Tra gli anni ’50 e ’60 furono poi molti gli atleti a distinguersi a livello nazionale ed alcuni a livello internazionale: tra quest’ultimi il peso medio Guido Mazzinghi, fratello del maggiore Alessandro “Sandro”, che fu semifinalista alle Olimpiadi di Helsinki nel 1952, Campione Italiano Assoluto nel 1953 da superwelter e Campione Italiano tra i professionisti nei pesi medi.

Gli anni ‘60 sono dominati dalla figura di Fernando Atzori. Il peso mosca dell’Accademia - ricordando solo gli allori più prestigiosi - vinse la medaglia d’Oro alle Olimpiadi di Tokio del 1964; mentre da professionista poi fu Campione Europeo per molti anni, dal 1967 (titolo conquistato a Firenze, impresa poi bissata da Leonard Bundu), al 1973.

Romano Mugnai nel 1975 conquistò il titolo di Campione Italiano Assoluto e nello stesso anno fu anche medaglia di bronzo ai Giochi del Mediterraneo. Mugnai, insieme ad Alessandro Bini e Moreno Mencucci (attuale presidente dell’Accademia) fece anche parte della Nazionale.

Arrivando ai tempi più recenti e giungendo ai nostri, l’Accademia è ritornata ai grandi fasti dagli anni ’90, sempre con la guida tecnica del Maestro Alessandro Boncinelli, - nel 2016 dichiarato miglior tecnico d’Italia, articolo apparso sulla rivista Boxering web a firma dell’autorevole giornalista Dario Torromeo.

Il personaggio principale di questa lunghissima serie di successi è naturalmente Leonard Bundu. Il peso welter originario della Sierra Leone imporrà la sua classe sia nel mondo dei dilettanti, sia in quello dei professionisti. Parlando del primo Leonard, - e ricordando solo le vittorie più prestigiose - si segnalano: la conquista della medaglia di bronzo ai Campionati Mondiali di Houston del 1999. La partecipazione alle Olimpiadi del 2000 a Sidney, inoltre Leonard ha vestito maglia Azzurra della Nazionale in ben ottantotto occasioni.

Nel professionismo Leonard Il 4 Novembre 2011 - 44 anni dopo Fernando Atzori - è Campione d’Europa, cintura difesa con successo 6 volte, fra cui 2 in Inghilterra, fatto se non unico almeno raro. Il 22 Aprile del 2016 Leonard, dopo aver perso ai punti con Thurman nel match per il mondiale WBC ad interim, batte per KO tecnico il finlandese Koivula e torna sul tetto d’Europa. Formidabile il colpo che spegne le speranze del finlandese, un gancio sinistro al volto che Leonard esplode in guardia mancina.

Con il passaggio di Leonard Bundu al professionismo si è aperta una collaborazione, ancora attiva, con il promoter Mario Loreni; oltre a Leonard ha fatto parte della scuderia Loreni anche Rodrigo Bracco, ad oggi sono legati al promoter bresciano, Angelo Ardito e Mohammed Obbadi.

Ma questi lunghi anni non sono solo Leonard Bundu, infatti nel 2000 si laurea Campione Italiano Assoluto Emanuele Schininà, anch’esso poi Azzurro della Nazionale.

Tra il 1997 ed il 2007 hanno conquistato il titolo di Campione Italiano tra i dilettanti seconda serie: Domenico Abatescianni (pesi piuma), Massimo Recati (pesi piuma), Ivano Dagliana (pesi leggeri), David Rettori (pesi medi) e titolo Italiano femminile Antonella Bellandi (pesi leggeri).

A completare lo squadrone di quei tempi ottimi pugili prima serie come: Francesco Brasca, Niccolò Miniati, Rodrigo Bracco ed Angelo Ardito.

Bracco e Ardito hanno trovato gloria anche nel pugilato professionistico. Rodrigo ha conquistato, nel 2010, il vacante Titolo Nazionale dei pesi gallo con Antonio Pio Nettuno. Rodrigo vanta in carriera anche due tentativi di conquista di titoli internazionali: il Campionato Europeo versione EBU ed il titolo dell’Unione Europea; oltre ad ulteriori due match vittoriosi per la corona nazionale, sempre con Nettuno.

Mentre Angelo, che ancora oggi è uno dei migliori pesi superpiuma a livelli nazionali, è stato in possesso della cintura di Campione Italiano, poi difesa positivamente con Nicola Cipolletta.

Sempre parlando di professionismo ricordiamo il titolo di campione dell’Unione Europea conquistato il 19 Novembre 2016 da Mohammed “Maravilla” Obbadi. Moha nell’occasione ha battuto il rumeno di passaporto spagnolo Silvio Oletanu, già Campione Europeo e challenger mondiale. Lo stesso Mohammed Obbadi nella categoria dilettanti ha riportato le vittorie al Torneo Guanto d’Oro d’Italia nelle edizioni - 2013/2014. I due successi vanno a sommarsi a quello del 2012, che Moha ha conquistato quando era in forza alla Pugilistica Cascinese.

Nel 2017 Yassin Hermi trionfa ai Campionati Italiani Junior edizione 2017, svolti a Roccaforte Mondovì. Il pugile dell'Accademia si aggiudica il titolo dei 66 chilogrammi battendo in finale il lombardo Grimaldi. Il 3 Marzo 2018 Yassin debutta con la nazionale cat. Junior, in quell'occasione Yassin vincendo il suo incontro, regala la vittoria agli Azzurrini nel dual match contro la squadra bulgara.

Con Bundu e Schininà hanno vestito la maglia Azzurra della Nazionale: Domenico Abatescianni, Ivano Dagliana, David Rettori, Antonella Bellandi.

Tornando al 2 Febbraio 2017 ed a Leonard Bundu, ricordiamo che l’atleta formato all’Accademia, in quella data, è premiato con la massima onorificenza cittadina, ovvero il fiorino d’oro. Il premio Leonard lo riceve al Mandela Forum in una serata di grande pugilato dalle mani del Sindaco Nardella. In quell’occasione Leonard, ormai ritirato dal pugilato attivo, dimostra di aver aperto la strada per altri illustri fiorentini che anche grazie a lui sono pronti a combattere in un Mandela Forum gremito ed a portare il pugilato fiorentino nel mondo.

I Presidenti: Dal 1938 Bruno Rossi, a seguire fino ad inizio anni ’60, Papi. Dal 1962 al 1967 Gualtiero Volterra. Dal 1968 al 1973 Adriano Barona Rizzotti. Dal 1974 al 1978 Lorenzo Papi. Dal 1979 al 1985 Franco Ciardini, dal 1986 al 1997 Paolo Bandelloni, dal 1998 al 2014 Ezio Sottili. Dal 2015, tuttora in carica, Moreno Mencucci.

I Maestri :Tra i Maestri dell’Accademia il primo fu Mario Farabullini. A seguire Dino Ciappi (dal 1946), poi Ulivelli, Quadrini, ancora Dino Ciappi, che coadiuvato da Mancini guiderà fino alla fine degli anni ’70 l’angolo dell’Accademia. In seguito Carlo Carta - coadiuvato da Emilio Pisani - fino ad arrivare nel 1987 ad Alessandro Boncinelli, tuttora Maestro titolare dell’Accademia, coadiuvato dal 2009 da Paolo Vignoli.

Ufficio Stampa Accademia Pugilistica Fiorentina

Redazione Nove da Firenze